12 agosto 2017 6 12 /08 /agosto /2017 19:43

Verona Report media partner ufficiale di questo evento per internet , ha voluto dar voce a due artisti, che lo scorso 18 Giugno sono saliti sul palco della 7° edizione dell'Italian Bodypainting Festival.

Iniziamo con una giovane Bodypainter di Bormio  Martha Rini , che ha partecipato per la prima volta all'Italian Bodypaintig Festival  di Bardolino. L'abbiamo raggiunta tramite email per una breve intervista.

Cos’è per te il body painting e qual è stato il tuo percorso per arrivare a praticarlo ai livelli di adesso?

Il mio amore per il Bodypainting è nato in modo totalmente casuale. Lavorando per una compagnia d'animazione ho frequentato dei corsi di trucca-bimbi durante i quali ho posato gli occhi su una rivista che aveva per copertina una ragazza 'vestita' di colore. Da lì ho scelto di frequentare dei workshop a Roma per approfondire quest'arte e da quel momento non sono più riuscito a fermarmi! Attualmente le competizioni sono una sfida con me stesso nella realizzazione di lavori sempre più accurati 

 

Esiste un corpo ideale per l’arte del body painting oppure si possono inventare soggetti diversi a seconda delle misure del modello?

Qualsiasi fisico e 'adatto a posare per quest'arte! Un buon progetto di Bodypainting deve tener conto delle varie forme del corpo cercando di integrarle alla perfezione nel disegno che viene realizzato sulla base del corpo su cui lo si andrà a realizzare poiche ' ci sono disegni che hanno 'bisogno' di fisici più formosi ed altri che richiedono fisici asciutti.

Spesso il lavoro di disegno dura più del momento della sfilata, cosa ti spinge a creare un opera d’arte così effimera nella sua durata?

i fotografi sono una parte fondamentale del nostro lavoro . Il tempo di realizzazione di un body painting in gara e' di 6 ore (7 per gli effetti speciali) e con una doccia di 5 minuti tutto si cancella e resta 'vivo' nel tempo grazie agli scatti che vengono realizzati; quindi non definirei l'opera effimera nella durata ma al contrario potenzialmente eterna.

Quali sono i tuoi lavori e progetti futuri?

Durante i lavori di progettazione, preparazione e di realizzazione dell'opera non sono da solo ma vengo affiancato dalla mia squadra composta da mia moglie Marta (che mi fa da assistente) e, seppur piccolo, da mio figlio Gioele che mi segue ogni volta ed è sempre un vulcano d'idee. 

Nei progetti futuri c'è l'apertura di uno mio studio d'arte chiamato M2 Art Studio che spero mi possa permettere di esercitare più spesso di quanto lo faccia ora la mia arte!

scatti che vengono realizzati; quindi non definirei l'opera effimera nella durata ma al contrario potenzialmente eterna.

 

Condividi post

Published by veronareport.over-blog.it
scrivi un commento

commenti

Contatta Verona Report

Ricerca Nel Sito

Sostenitori

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

seguici_su_facebook.png

 

 

 

Le nostre rubriche


Eventi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CORSI E CONCORSI

Mondo Associativo