24 dicembre 2016 6 24 /12 /dicembre /2016 09:48

Siamo giunti alla fine del 2016. Verona Report, come ogni organizzazione tira le somme e le proprie considerazioni sull’anno che sta terminando e prepara il piano per il nuovo anno.

La nostra Associazione ha realizzato il 90% delle progettualità che si era prefissata di svolgere all’inizio dell’anno, ha raddoppiato il numero dei propri associati divenendo un team di video-operatori, di presentatori e di altri volontari coivolti nello sviluppo della comunicazione e della rete sul territorio, molto più robusto e in grado di essere ancora più temerario rincorrendo come sempre il proprio entusiasmo e la propria creatività nel proporre e fare le cose.

E’ con questo spirito e questo vigore, che Verona Report partirà a febbraio con la condivisione delle proprie competenze attraverso corsi di video montaggio ad hoc gestiti da docenti competenti per estendere il proprio savoir-faire ad altri appassionati sul territorio.

Stiamo approntando e pubblicheremo sul nostro sito a breve, il programma 2017 degli eventi e dei progetti sul territorio su cui interverremo con la nostra telecamera e il nostro gusto dell sintesi televisiva.

Abbiamo aderito e partecipiamo attivamente ad iniziative come quella recente bussolenghese che vuole facilitare la rete associativa attraverso organi spontanei di coordinamento tra volontari come il neo Comitato delle Associazioni Bussolenghesi. Allarghiamo ogni volta il numero di Associazioni per le quali offriamo gratuitamente le nostre competenze videoamatoriali.

E’ con questo spirito che oggi indirizziamo a tutti i nostri concittadini gli auguri più sentiti e sinceri di buon Natale e buon inizio 2017!

Published by veronareport.over-blog.it - in associazioni
scrivi un commento
20 dicembre 2016 2 20 /12 /dicembre /2016 19:36
VERONA REPORT vi aspetta nelle casette di Natale a Bussolengo

Verona Report coglie l’occasione con le casette di Natale, messe a disposizione delle Associazioni di Volontariato il 23 e 24 dicembre da parte dell’amministrazione bussolenghese, di venir fuori da dietro le telecamere, il microfoni e i computer di video-montaggio per incontrare gli utenti e i supporters dei propri canali video.
Se avete un progetto da proporre per amplificare la conoscenza delle vostre iniziative sul territorio veronese è il momento ideale per incontrarci e parlarne; se ci sarà possibile lo includeremo volentieri nella scaletta delle attività che stiamo pianificando in questi giorni per il 2017.

Altrimenti siamo ben contenti di incontravi e ricevere il vostro supporto e i vostri suggerimenti per fare ancora meglio quello che già ci detta la passione.

Verona Report ricorda inoltre, l’importante iniziativa che sta lanciando con il corso di VideoMaker da Febbraio 2017 con docenti qualificati per rinforzare le competenze specifiche sul territorio e perché no avere l’opportunità di condividere la crescita e la passione di nuovi membri nella nostra Associazione. Per tutti coloro che fossero interessati all’iscrizione, distribuiremo ulteriori dettagli sul momento.
In attesa, Verona Report con le altre Associazioni presenti invita tutti a fermarsi alla propria casetta di Natale, ed in particolar modo sabato 24 dicembre alle 16.30 per lo scambio degli auguri in piazza: verranno offerte fette di pandoro per condividere la gioia della festa della luce, quella luce che le associazioni gratuitamente e generosamente cercano di tenere accesa giorno dopo giorno.

 

Published by veronareport.over-blog.it - in associazioni
scrivi un commento
18 dicembre 2016 7 18 /12 /dicembre /2016 11:01

L’Accademia ItalModa di Tisato Antonella è un Organismo di Formazione, ACCREDITATO dalla Regione Veneto, che dal 1974 a Verona forma tutte quelle figure professionali che ruotano attorno al settore MODA: Stilisti, Sarti, Modellisti, Modelle/i, Make-up Artist, Deejay.

A fine anno accademico viene sempre organizzata una sfilata di capi interamente ideati e realizzati dagli allievi stilisti e sarti, indossati dalle ragazze e dai ragazzi che hanno frequentato il nostro corso per modelle/i, a loro volta truccati dalle allieve dei corsi di makeup professionale. 

Si tratta di un evento davvero suggestivo, in quanto il lavoro appassionato e creativo di un intero anno di studio prende vita sulla passerella, mostrando come le idee e la creatività possano prendere forma.

 

Si tratta di un evento davvero suggestivo, in quanto il lavoro appassionato e creativo di un intero anno di studio prende vita sulla passerella, mostrando come le idee e la creatività possano prendere forma.

Negli anni precedenti, come testimoniano video e foto che si possono visionare nel sito www.scuolaitalmoda.it o alla pagina FB  ItalModa sono state organizzate diverse sfilate collaborando con i Comuni di Torri del Benaco, Garda, Bussolengo, Raldon, Soave, San Martino Buon Albergo, Bardolino, Lazise ma anche con locali alla moda come l’Hollywood,  il Berfi’s, il Dorian Gray, il MAD' in Italy e le cantine Zeni di Bardolino. 

Quest’anno la sfilata si è tenuta a Verona nel loggiato della splendida location del Palazzo della Gran Guardia in Piazza Bra, dove hanno potuto mettersi in mostra i flash di collezione, di sarte e stiliste diplomatesi presso ItalModa, dagli stili più diversi: haute couture, marinaro, elisabettiano-teatrale, romantico, bon-ton, punk, metropolitan, tribale, cocktail, hippie, raffinato, sposa.  

Published by veronareport.it - in moda
scrivi un commento
10 dicembre 2016 6 10 /12 /dicembre /2016 11:48

Villa Spinola - Bussolengo - Verona

Sabato 27 Agosto 2016

Si è' concluso con grande successo la VII edizione del Festival internazionale di chitarra e arpa, organizzato e diretto dalla Maestra Monica Bulgarelli con il patrocinio del comune di Bussolengo e la collaborazione dell'associazione e Scuola di Musica ICHITARRISSIMI. Una manifestazione che ancora una volta ha saputo offrire ad un pubblico davvero numeroso, cultura, spettacolo e divertimento e dove tutte le persone hanno potuto condividere la passione per la musica.

Un doveroso ringraziamento al sindaco Maria Paola Boscaini, il vice sindaco Cristiano Fontana, l'assessore alla cultura e allo sport Katia Facci e a tutta l' amministrazione comunale di Bussolengo. Grazie ai maestri liutai Stefano Robol (Rovereto) e Lucio Bettiol (Treviso), il QUINTETTOCELTICO, composto da giovani musicisti che hanno eseguito un repertorio di musica ricco di poesia e intensità, l'orchestra ICHITARRISSIMI con chitarre, arpe celtiche e violini, e un grazie particolare agli artisti che si sono esibiti al concerto serale: Roberto Dalla Vecchia, Federico Franciosi (Ciosi),Vincenzo Zitello e Andrea Valeri. La loro musica ha colmato i nostri cuori di intense emozioni... Grazie anche a tutto il pubblico presente che ha applaudito ripetutamente e con vero entusiasmo gli artisti del festival.

 FESTIVAL DI CHITARRA E ARPA
 FESTIVAL DI CHITARRA E ARPA
 FESTIVAL DI CHITARRA E ARPA
 FESTIVAL DI CHITARRA E ARPA
 FESTIVAL DI CHITARRA E ARPA
 FESTIVAL DI CHITARRA E ARPA
 FESTIVAL DI CHITARRA E ARPA
 FESTIVAL DI CHITARRA E ARPA
 FESTIVAL DI CHITARRA E ARPA
 FESTIVAL DI CHITARRA E ARPA
 FESTIVAL DI CHITARRA E ARPA
 FESTIVAL DI CHITARRA E ARPA
 FESTIVAL DI CHITARRA E ARPA
 FESTIVAL DI CHITARRA E ARPA
 FESTIVAL DI CHITARRA E ARPA
 FESTIVAL DI CHITARRA E ARPA
Published by veronareport.over-blog.it - in verona in musica
scrivi un commento
7 dicembre 2016 3 07 /12 /dicembre /2016 21:34

Il 18 novembre, nella sede dell’Associazione “Conosci Verona” a Porta Palio si è svolto un interessante incontro con l’architetto Fiorenzo Meneghelli, uno dei maggiori esperti di architettura militare e autore di pubblicazioni riguardanti le opere difensive veronesi.

Verona, patrimonio dell’umanità UNESCO, in rapporto con altri siti fortificati. Questo il titolo della relazione. Il Meneghelli focalizza i temi per cui la città di Verona ha assunto nel Duemila il titoli di: Città Patrimonio dell’Umanità all’Unesco evidenziandone le opere difensive in una stratificazione che copre tutti i periodi storici con particolare riferimento al Medioevo e al Rinascimento.

Attraverso il concetto: “Costruire la pace nella mente dell’uomo”, l’Unesco si propone la conservazione del patrimonio storico e culturale, e perciò della identità di un popolo in una dimensione di pace e non di sopraffazione. Questo attraverso i canali dell’educazione, della scienza, della cultura e della comunicazione. 195 sono gli stati aderenti con complessivamente più di 1300 siti in cui l’Italia è al primo posto per numero.

Verona rappresenta in modo eccezionale il concetto di “Citta fortificata”, edificata in più tappe, caratteristico della storia europea. La città e la sua cinta muraria viene definita come zona di tutela e salvaguardia mentre la zona circostante, definita “buffer” viene sottoposta a vincolo e protetta da una possibile urbanizzazione che andrebbe a compromettere l’equilibrio architettonico dell’insieme.

Quando, nel Duemila, la città entra in questa logica di protezione, l’addensarsi del sistema urbano e insediativo era ormai prossimo alle mura, perciò si fu costretti a costituire un’area di buffer  stretta e totalmente inadeguata, anche in confronto con altri siti europei e mondiali. Quello che ne va a scadere è il senso di percezione che le mura hanno sempre costituito, cioè una barriera fra la campagna circostante e la città ma, a quel punto, non restava altro che fare quella scelta.

Nella sua visione ottocentesca, la città di Verona, era allargata alle due cinture di forti che ne facevano corona sia nella pianura che nella parte collinare, e il concetto di tutela avrebbe dovuto perciò allargarsi a includere anche quegli elementi strutturali e sistemici che facevano parte di questa cinta allargata.

Il non aver tenuto conto di questo criterio ha portato alla scomparsa  di una parte considerevole del patrimonio fortificato esistente. Il collegamento di questi elementi avrebbe potuto costituire invece una estesa cintura verde creando un sistema di sostenibilità e movimentazione alternativa rispetto agli assi della viabilità convenzionale, convergenti al centro.

La relazione prosegue poi con l’esposizione di esempi di salvaguardia molto interessanti fuori dall’Italia, come le fortezze del Vauban in Francia e la città murata di Diyarbakır nel Kurdistan turco.

Le fortificazioni del Veronese

Published by veronareport.over-blog.it - in forti e castelli veronesi
scrivi un commento
3 dicembre 2016 6 03 /12 /dicembre /2016 09:41

L’Accademia ItalModa di Tisato Antonella è un Organismo di Formazione, ACCREDITATO dalla Regione Veneto, che dal 1974 a Verona forma tutte quelle figure professionali che ruotano attorno al settore MODA: Stilisti, Sarti, Modellisti, Modelle/i, Make-up Artist, Deejay.

A fine anno accademico viene sempre organizzata una sfilata di capi interamente ideati e realizzati dagli allievi stilisti e sarti, indossati dalle ragazze e dai ragazzi che hanno frequentato il nostro corso per modelle/i, a loro volta truccati dalle allieve dei corsi di makeup professionale. 

Si tratta di un evento davvero suggestivo, in quanto il lavoro appassionato e creativo di un intero anno di studio prende vita sulla passerella, mostrando come le idee e la creatività possano prendere forma.

Si tratta di un evento davvero suggestivo, in quanto il lavoro appassionato e creativo di un intero anno di studio prende vita sulla passerella, mostrando come le idee e la creatività possano prendere forma.

Negli anni precedenti, come testimoniano video e foto che si possono visionare nel sito www.scuolaitalmoda.it o alla pagina FB  ItalModa sono state organizzate diverse sfilate collaborando con i Comuni di Torri del Benaco, Garda, Bussolengo, Raldon, Soave, San Martino Buon Albergo, Bardolino, Lazise ma anche con locali alla moda come l’Hollywood,  il Berfi’s, il Dorian Gray, il MAD' in Italy e le cantine Zeni di Bardolino.  

Quest’anno la sfilata si è tenuta a Verona nel loggiato della splendida location del Palazzo della Gran Guardia in Piazza Bra, dove hanno potuto mettersi in mostra i flash di collezione, di sarte e stiliste diplomatesi presso ItalModa, dagli stili più diversi: haute couture, marinaro, elisabettiano-teatrale, romantico, bon-ton, punk, metropolitan, tribale, cocktail, hippie, raffinato, sposa.   

Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Published by veronareport.over-blog.it
scrivi un commento
27 novembre 2016 7 27 /11 /novembre /2016 22:28
NATALE 2016 A BUSSOLENGO

Il Natale a Bussolengo presenta un cartellone fitto di eventi ed appuntamenti che è iniziato sabato 26 novembre con l’inaugurazione, per concludersi domenica 8 gennaio 2017.

Un Natale dei Bambini, ricco di sorprese e novità. Il centro del paese di trasformerà in un grande parco natalizio, pieno di luce e suggestioni.

NATALE 2016 A BUSSOLENGO

La principale novità di quest’anno è il Grande Calendario dell’Avvento, alto 7 metri e lungo 28, montato su una struttura di metallo altrettanto imponente. L’ideazione scenica è del concittadino Maestro Bruno Prosdocini, che nell’opera ha voluto omaggiare Bussolengo, rappresentando monumenti, architetture e personaggi che caratterizzano il territorio e la storia del paese. Durante i fine settimana che precedono il Natale, alle ore 16.00, le finestre del calendario si apriranno attraverso un’animazione dedicata ai bambini, che prevede la narrazione di tradizioni natalizie e di curiosità sul Natale, che sapranno interessare e sorprendere grandi e piccini.


Maggiori informazioni http://www.bussolengo-vr.it/

NATALE 2016 A BUSSOLENGO
NATALE 2016 A BUSSOLENGO
NATALE 2016 A BUSSOLENGO
NATALE 2016 A BUSSOLENGO
Published by veronareport.over-blog.it - in Bussolengo-Vr
scrivi un commento
26 novembre 2016 6 26 /11 /novembre /2016 18:54
 IL GRANDE CUORE DI MORENO – Festa dell’associazione

L’Associazione “Il Grande Cuore di Moreno”, nata nel 2010 per ricordare Moreno Pirocca, giovane cardiopatico, morto per un’infezione all’età di 16 anni, si propone di aiutare e sostenere i bambini nati con malformazione cardiaca e offrire loro la speranza di una vita migliore. A tal fine attua progetti e iniziative di assistenza sanitaria, si impegna nelle sensibilizzazione in ambienti scolastici e sportivi, finanzia borse di studio e raccoglie fondi per l’acquisto di attrezzature sanitarie,

 IL GRANDE CUORE DI MORENO – Festa dell’associazione

Come ogni anno si è svolta la festa dell’associazione che questa volta ha cambiato data e sede. Lo splendido parco dell’oratorio parrocchiale di Parona ha fatto da scenario a questo evento dove, alla fresca ombra di alberi secolari i nostri bambini hanno potuto giocare in allegria e sicurezza trasmettendo vivacità e spensieratezza, forza e speranza per superare qualsiasi eventuale momento difficile.

 IL GRANDE CUORE DI MORENO – Festa dell’associazione

E’ stata questa l’occasione per poterci ritrovare insieme e condividere sorrisi, speranze e prospettive, e per tracciare un bilancio delle cose fatte progettando nuovi obbiettivi e nuovi traguardi. Il pranzo, offerto dall’associazione ha appagato anche i palati più esigenti, mentre per i più golosi, ecco l’immancabile concorso della “Torta del Cuore” con gustosissime e originali prelibatezze. La lotteria ha messo in palio premi belli e importanti e sono andati a ruba tutti i biglietti. Ad allietare il tutto, non poteva mancare la simpatica compagnia dei “Clown del Cuore” a vivacizzare con un po’ di follia una giornata di vera festa.

 IL GRANDE CUORE DI MORENO – Festa dell’associazione

Nell’occasione è stato presentato il nuovo direttivo dove qualche passaggio di consegne ha rivitalizzato l’associazione con nuove energie e nuovo entusiasmo. Sono stati illustrati i progetti già partiti e quelli in cantiere per riservare ai nostri piccoli dal cuore speciale un futuro di sicurezza e serenità… ricordando sempre che, come diceva Pach Adams: “ Se si cura la malattia si può vincere o perdere ma se si cura la persona si può solo vincere”.

Segui su Facebook

www.ilgrandecuoredimoreno-onlus.org

Published by veronareport.over-blog.it - in Associazioni
scrivi un commento
18 novembre 2016 5 18 /11 /novembre /2016 19:18
San Vigilio

San Vigilio è una località fra le più suggestive della sponda orientale del Lago di Garda. Il piccolo promontorio forma la propaggine nord-occidentale del golfo di Garda, non lontano dalla cittadina lacustre.

Lasciata l’auto al parcheggio a lato della Gardesana, un pittoresco vialetto fiancheggiato da cipressi ci conduce al piccolo borgo medievale.

San Vigilio

Passeggiando fra le viuzze lastricate si respira un’aria quasi fiabesca. La stradina scende al porticciolo, grazioso scrigno dove tutto è silenzio e tranquillità. Sono lontani i rumori del traffico e la frenesia giornaliera. Il lento ondeggiare delle barche ci culla come una musica d’altri tempi; davanti a noi il lago con le sue acque cristalline mostra tutto il suo incanto. Al tramonto tutto si veste di una luce rossastra che avvolge il luogo di una coltre magica ed il tempo sembra essere sospeso.

La chiesetta di San Vigilio, aggrappata ad uno scoglio, si specchia nel lago con eterei riflessi e riporta l’animo dello spettatore ad un senso di confortante serenità. Qui Winston Churchill era solito venire a trascorrere serene vacanze dipingendo scenari lacustri.

San Vigilio

Il complesso di Villa Guarienti, risalente al XVI secolo e attribuita al Sanmicheli , arricchisce Punta San Vigilio di un gioiello architettonico immerso nella vegetazione fra cipressi, oliveti e limonaie.

A ridosso del borgo, a formare un ambiente paradisiaco, ecco l’incantevole “Baia delle Sirene” meta di bagnanti e di famiglie in cerca di relax, una spiaggia fra le più esclusive di tutto il lago.

Nel nostro servizio cogliamo qualche scorcio di uno degli angoli più belli del nostro lago.

Franco Chesini

San Vigilio
San Vigilio
San Vigilio
San Vigilio
Published by veronareport.over-blog.it - in verina in volo
scrivi un commento
11 novembre 2016 5 11 /11 /novembre /2016 20:40

Noi siamo i TrotaMundo, vagabondi, intenti a far vedere la nostra musica con occhi diversi, anzi no con orecchie diverse. La passione in ognuno di noi è nata ancor quando si era fanciullini. Poi nel 2014 le nostre strade si sono incrociate, e ne hanno formato una sola molto grande. Questa strada necessitava di essere percorsa insieme. Tre ragazzi e una ragazza con un'unica passione, un unico desiderio. Ed eccoci quà.. Abbiamo Andrea De Carli, che per tutti noi è il Deca. Il grande e possente bassista dal capello riccio, molto rigido, ma allo stesso tempo passionale. Si sentono voci dire che sia il fratello gemello di Slash.

Noi stiamo ancora investigando. Poi c'è Enrico Jenny, (mi raccomando non leggete il suo cognome con pronuncia "Genny") è il chitarrista biondo del gruppo. A prima vista sembra un ragazzo timido e riservato. A prima vista. Durante le prove a lui è assegnato l'appellativo di "ragazzo illuminazione" con i suoi: -oh ragazziiiii ideona ideona!- È il turno poi di Andrea Prati, il batterista provato, incazzato, sforzato, su di giri,... insomma è un mix di sentimenti quando picchia la sua batteria. È difficile non notarlo; forse vuole rubare il posto alla cantante.

Infine abbiamo Anna Paladino, la cantante e l'unica Santa ragazza a sopportare i compagni. Diciamo che il suo metro e cinquanta le ha fatto guadagnare l'appellativo di "Nana". Ma lei ne va fiera, e crede che la sua statura la renda unica. Il gruppo se la tiene stretta perché ci sta in macchina anche con tutta la strumentazione possibile ed inimmaginabile. Ecco allora questi sono i TrotaMundo, un miscuglio di personalità ed emozioni. Proprio come la musica: un agglomerato di sfumature e generi. Allora perché non unire tutti gli ingredienti? Uniamo i generi più belli, uniamo il nascosto al visibile, uniamo il 2015 al 1970/80. Sonorità funky a sonorità pop, chillout, rock e magari anche techno chissà.

Leggi i commenti

Published by veronareport.over-blog.it - in verona in musica
scrivi un commento

Contatta Verona Report

Ricerca Nel Sito

Sostenitori

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

seguici_su_facebook.png

 

 

 

Le nostre rubriche


Eventi seguiti

 

CORSI CONCORSI E EVENTI

 

 

 

 

 

Mondo Associativo