L’ADIGE FA PAURA

 

DJI00274_1.jpgPescantina. E’ passata non senza qualche apprensione la piena dell’Adige che, fra Pescantina e Bussolengo ha raggiunto il suo picco massimo nella notte tra giovedì 6 e venerdì 7 novembre. Per precauzione sono stati chiusi al traffico i due ponti, a dire il vero piuttosto fatiscenti, di Arcè e Settimo.

Questa mattina abbiamo fatto queste riprese con l’aiuto di un drone e testimoniano l’abbassamento sensibile del livello dell’acqua. Tutti hanno tirato un sospiro di sollievo pensando a quello che poteva succedere se il livello fosse cresciuto solo di un altro metro, magari come nell’ ottobre del 1993 vedi filmato o ancora prima, quando certamente molti ricorderanno, a Pescantina e alle Albere di Bussolengo l’acqua invase la sede stradale.

Ora il pericolo sembra scongiurato ma continua a rimanere alta l’attenzione in tutti i centri che vengono lambiti dal fiume.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *