Benemerenza al maestro Bruno Prosdocimi

Presso la sala civica Elio Bonizzato della Biblioteca Luigi Motta, il sindaco di Bussolengo Roberto Brizzi insieme al vicesindaco Giovanni Amantia e all’assessore alla Cultura Valeria Iaquinta, ha conferito al mestro Bruno Prosdocimi la civica benemerenza per i suoi 60 anni di carriera. Prosdocimi, disegnatore e fumettista, ha lavorato per molti anni alla Mondadori disegnando i personaggi di Disney. Per la Panini è stato autore delle caricature ai calciatori e ha realizzato i manifesti in bianco e nero della trasmissione “Chissà chi lo sa” della Rai.

«Per la sua grande attività culturale ed artistica – ha ricordato il sindaco Brizzi – nel 1999 il maestro Prosdocimi è stato insignito del riconoscimento “Bussolengo Premia”. Nella sua lunga carriera è sempre rimasto legato al nostro territorio, ha collaborato con il Carnevale di Verona negli anni 2009 e 2010 disegnando i carri allegorici e nel 2016, in occasione degli eventi natalizi, ha disegnato a Bussolengo il calendario dell’Avvento, una coloratissima combinazione di disegni che raffigurano luoghi e personaggi storici del paese. Ha esposto in numerose mostre collettive e personali in Italia e all’estero, da ricordare Berlino, Bordighera, Ravenna e Torino, e nel 2016, in occasione dei suoi 80 anni, ha proposto una mostra itinerante che, partendo proprio da Bussolengo è approdata a Corte Torcolo a Cavaion Veronese per terminare all’Accademia delle Belli Arti di Verona».

Nel 2018 la Iacobelli Editore ha pubblicato la sua biografia, scritta con Paola Biribanti: “Prosdocimi. La vita è un gioco: Topolino, umorismo, figurine, TV” e nello stesso anno Prosdocimi è stato incaricato dal ministero dello Sviluppo Economico per illustrare il valore postale con soggetto laico, destinato alla corrispondenza europea, denominato “Natale in Famiglia”: un disegno a matita e chine acquerellate dai toni colorati e allegri. Nel 2020 Poste Italiane ha emesso il francobollo disegnato da Bruno Prosdocimi e dedicato alla coppia Sandra Mondaini e Raimondo Vianello, nel decimo anniversario della morte di Sandra, con l’annullo del primo francobollo presso lo Spazio filatelico di via Teatro Filarmonico a Verona.

In occasione della consegna di questo riconoscimento, il maestro ha firmato alcune copie di libri che parlano delle sue opere appartenenti al patrimonio della Biblioteca Luigi Motta. I volumi autografati da Prosdocimi saranno a disposizione dei lettori della biblioteca.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *