7 giugno 2011 2 07 /06 /giugno /2011 20:37

 

 

 

In occasione del 10° anniversario della scuola di danza " C.E.A " di Zevio,  Verona Report era presente al saggio di fine anno dal titolo: Emozioni in Danza   "Le quatro stagioni" presso il  teatro Astra di San Giovanni Lupatoto , qui abbiamo incontrato il direttore Cea  Roberto Laita e Emanuela Zampicinini   ci hanno parlato delle varie tappe.Istantanea-video-5.jpg

La Scuola di danza “C.E.A. svolge attività di studio, promozione e diffusione della danza, nelle diverse espressioni artistiche. L’attività della scuola inizia nel 2000 e da allora la stessa non solo ha visto crescere di anno in anno il numero dei propri allievi, ma è riuscita inoltre  ad imporsi nel panorama delle scuole di danza, non solo di Verona e provincia, ma anche a livello nazionale, partecipando con i propri allievi a rassegne, concorsi e manifestazioni di settore.
La Scuola offre diverse possibilità di studio spaziando dalla danza classica-accademica (secondo il metodo Royal Academy of Dancing), al modern-jazz, dall’hip-hop ai balli latino-americani. I corsi, tutti tenuti da docenti di pluriennale esperienza si svolgono, durante l’anno accademico, presso le palestre delle Scuole elementari e medie di Zevio e sono coordinati dalla Direttrice Artistica di Emanuela Zampicinini. 
La Scuola, durante ogni anno accademico, impegna i propri allievi in due tradizionali appuntamenti, quali lo spettacolo “Natale in danza” nel mese di dicembre e il saggio-spettacolo di fine anno “Emozioni in danza”nel mese di giugno. Ma le occasioni di spettacolo non si limitano solo a queste, infatti gli allievi della scuola partecipano, a rassegne e concorsi di danza durante tutto l’anno accademico.
Negli anni la Scuola ha già partecipato a: 2^ e 3^ edizione Rassegna Nazionale “Danzare tra le note” (Pd); VIII° Festival della danza “Riviera del Brenta” (Pd); Rassegna “I Colori della Danza”  edizioni 2004 - 2005 – 2006 – 2007-2008-2009-2010 presso il  Teatro Romano (VR);  Concorso “Dream on Show” 2006 (VR);  Rassegna “L’Essenza del Movimento” edizione 2006 presso Area Ex-Fosfati di Cerea (Vr) ed edizione 2007 presso il Teatro Camploy (VR), Sfilata “Benetton 0/12” edizione 2008 a Valeggio Sul Mincio (Vr), Rassegna “Emozioni in danza” 2008 Teatro S. Giulia (BS), Rassegna “Scarpette d’argento” 2008 Teatro Camploy (VR), Stage Cristina Zatti – Esaminatrice per la Royal Academy of Dancing di Londra febbraio 2009, Concorso “Città in danza Lombardia” 2010 Teatro Alberti Desenzano sul Garda (BS), finalista Concorso “Città in danza” 2010, Stage perfezionamento con Elias Garcia Herrera novembre-aprile 2010-2011, Stage perfezionamento Simonetta Andreata marzo 2011.
La Scuola è, inoltre, promotrice di due evenIstantanea-video-4.jpgti a livello nazionale, rassegne dedicate al mondo della danza all’interno delle quali la Scuola presenzia ogni anno con gli allievi dei corsi superiori: la Rassegna Nazionale “Momenti di danza”, nel mese di maggio presso il Teatro Astra di S. Giovanni Lupatoto (Vr), manifestazione dedicata alle Scuole di danza giunta nel 2011 già alla sua ottava edizione e la Rassegna Coreografica “Danza sotto le stelle”, nel mese di giugno presso il cortile del Castello di Zevio, evento aperto a giovani compagnie emergenti e gruppi non professionisti, giunta nel 2011 alla nona edizione appuntamenti ai quali è stato dato ampio risalto anche dalla stampa cittadina e di settore.
Dal 2009, inoltre, la Scuola offre ad alcuni dei propri allievi e non solo, ritenuti idonei previa selezione, la possibilità di accedere alla Compagnia Estemporanea, gruppo di danza non professionista, impegnato in manifestazioni, spettacoli e concorsi extra scolastici, attraverso il quale i ballerini possono avvicinarsi al mondo della danza di livello professionale.

 

sito internet della scuola    www.ceazevio.net

Published by veronareport.over-blog.it - in Eventi e Spettacoli
scrivi un commento
4 giugno 2011 6 04 /06 /giugno /2011 14:22

 

 

 

Reti: Pt. 19’ Tona

Torres: Criscione, Camporese, Motta, Stracchi, Tona, Fuselli, Domenichetti (19’ st. Pintus), Cortesi, Panico ( 48’ st. Manca), Fadda (14’ st. Parejo), Iannella.
Allenatore: Tore Arca.

Bardolino Verona: Ohrstrom, Mascanzoni ( 41’ st. Visconti), Ledri, Di Criscio, Stefanelli, Cassanelli, Toselli (1’ st. Belfanti), Gabbiadini, De Stefano ( 22’ st. Battocchio), Girelli, Cantoro.
Allenatore: Renato Longega.

 

Arbitro: Giovanni Nuvoli di Alghero.

Note: Giornata soleggiata, terreno in buone condizioni, spettatori circa 200. Ammonite Camporese, Belfanti. Recupero 0 e 3, angoli 12-5.


Sassari.
Nella penultima giornata del massimo campionato le ragazze del Bardolino Verona escono sconfitte di misura dal difficile campo della Torres campione d’Italia a conclusione di un match ben giocato dalle gialloblu.

Mister Longega, orfano in attacco della Da Rocha, impegnata con la mafwsta-sport-20-copia-1.jpgglia della Nazionale brasiliana, opta per un prudente 5-4-1 con Gabbiadin i e Girelli ad alternarsi come punta avanzata.
 Bardolino Verona molto attento e ordinato in avvio di gara con le venete che falliscono due grandissime occasioni per passare in vantaggio nel primo quarto d’ora.
Melania Gabbiadini lanciata alla perfezione da Girelli scatta in posizione regolare ma davanti a Criscione si fa chiudere lo specchio e conclude malamente a lato. 
Poco dopo ancora la numero otto gialloblu si incunea centralmente eludendo la tattica del fuori gioco delle sarde, riceve da Girelli ma davanti alla porta spalancata si mangia un gol già fatto complice un rimbalzo irregolare della sfera.
’E necessario attendere il 19’ per assistere alla prima conclusione pericolosa delle campionesse d’Italia con Iannella che chiama Ohrstrom alla difficile deviazione in angolo.
’E il preludio allo strano gol del vantaggio sardo: Fuselli in posizione regolare si ritrova tutta sola in area, la numero sei appoggia a Elisabetta Tona per la più facile delle realizzazioni.
Patrizia Panico lasciata incredibilmente sola coglie la base del palo, e poco dopo Ohrstrom con un colpo di reni tocca in angolo il pallone calciato da Domenichetti.
Si rivede il Bardolino Verona in avanti con il calcio di punizione calciato da Girelli con sfera che si stampa contro la traversa.
Nell’intervallo mister Longega lascia negli spogliatoi De Stefano per la giovane Belfanti.
Nella ripresa dopo 18 minuti senza emozioni il match si riaccende improvvisamente quando la neo entrata Parejo su calcio piazzato dal limite coglie il palo, ripfwsta-sport-21.jpgrende Fuselli che chiama Ohrstrom all’intervento.
Numero uno gialloblu straordinaria in altre due occasioni: sulla conclusione di Iannella respinta da due passi e sul tiro a botta sicura di Fuselli con sfera deviata in angolo.
Ancora Torres in avanti con Elisabetta Tona che incorna di un soffio a lato.
Torna a farsi rivedere in avanti il Bardolino Verona alla mezz’ora con Melania Gabbiadini che gira la sfera a lato.
La Torres ha qualche distrazione difensiva con Criscione che rischia l’autorete, ma le scaligere non ne approfittano,
Al 39’ Cantoro in area di rigore potrebbe far male ma di prima intenzione calcia tra le braccia di Criscione. ’E l’ultima opportunità per raddrizzare la partita.
Il match si conclude dunque con la vittoria per una rete a zero delle campionesse sarde che stanno frantumando tutti i record nella quarantennale storia del calcio femminile italiano.
Gabbiadini e compagne, attualmente al sesto posto in classifica, sabato cercheranno di concludere in bellezza il campionato nella gara casalinga con la Rerggiana.

Published by veronareport.over-blog.it - in Sport
scrivi un commento
27 maggio 2011 5 27 /05 /maggio /2011 21:48

 

 
dark_phoenix-copia-1.jpg

 

 

Verona Report in collaborazione con il portale  Gruppi Emergenti  vuole iniziare una nuova rubrica, per far conoscere le nuove Band Emergenti di Verona e provincia ,invitiamo quinti tutte le Band Emergenti a registrarsi sul portale www.gruppiemergenti.net  e se avete materiale video e fotografico  a inviarcelo (Verona Report può anche effetuare le riprese se serve) a info@veronareport.it

niziamo con una Band di Bussolengo Verona.

Il gruppo nato a Bussolengo nell'estate 2008 composto inizialmente da Riccardo e Ilenia alle chitarre, Luca alla tastiera, Pezzè al basso e Sara alla voce. L’unico che si è fatto aspettare è il batterista ma, dopo molte ricerche, è arrivato nel gennaio 2010 Davide (e con lui pure la sala prove). Eravamo tutti accomunati da una grande passione per il metal e l’hard rock e decidemmo dunque di diventare una cover band. In questi anni siamo riusciti a farci conoscere nella zona di Bussolengo, suonando all’American Gigolò e alle sagre parrocchiali, Pescantina, allo Splash, in centro città, al Time Out e al Jamaica, arrivando fino a Bovolone, al Chopper. Attendiamo ora altre date e nell’attesa siamo intenzionati alla scrittura di brani nostri.

I Dark Phoenix nel frattempo a  Febbraio 2013 la formazione ufficiale vede Sara alla voce, Riccardo A. alla chitarra, Edoardo alla batteria, Luca alle tastiere e Riccardo P. al basso.

Il genere inizialmente Symphonic e power metal si è successivamente spostato su sonorità acustiche,un misto di indie,folk e pop (cover e pezzi originali). 
I nostri contatti:
Mail:                           darkphoenixofficial@hmail.com
Facebook:                https://www.facebook.com/darkphoenixofficial
Twitter:                      https://twitter.com/DarkPhoenix90
Altri contatti:
GruppiEmergenti:    http://www.gruppiemergenti.net/artisti/dark-phoenix
Canale youtube       "DarkPhoenixOfficial"
Formazione 2013:
Sara - Vocals
Riccardo A. - Guitars/Vocals
Luca - Piano/Keyboards
Riccardo P. - Bass
Edoardo - Drums/percussion

 

 

 

Alcuni nostri brani: ( precedente formazione)

 

Nemo

Another awful hobs tale.

The Cabal

Over the hills and far away

 

 

Puoi seguire questo gruppo anche su Facebook

 

images-d.JPG

 

 

Se sei una  Band Emergente , di Verona e Provincia contattaci:  se volete essere inseriti in questa rubrica

 

in collaborazione con    www.gruppiemergenti.net

 

 

 

 


Published by veronareport.over-blog.it - in Band Emergenti
scrivi un commento
17 maggio 2011 2 17 /05 /maggio /2011 20:55

 

 

 

Vorremmo partire, con questa nuova edizione del Festival Italiano dei Corpi Dipinti 2011 giunta quest’anno alla 6°edizione grazie all’associazione Culturale Benacus, in collaborazione con Promobenacus Produzioni e l’Agenzia di Moda “Look & Style”, facendo conoscere alcuni partecipanti della scorsa edizione.

 

Azzurra Berti37550_143962212296388_100000478292756_371399_7535487_n-1-.jpg

 

Da sempre ha una passione per l' arte di ogni genere..ha dipinto per lungo tempo su tela e poi sul corpo.
A  frequentato e sta frequentando tutt' oggi corsi di trucco professionale fotografico & beauty
1 classificata al concorso di trucco di Pisa ( categoria body painting)
varie collaborazioni con l'artista contemporaneo Alberto Battaglioli
ad oggi il body painting oltre che una passione e' diventato un vero e proprio lavoro.

Gli abbiamo rivolto alcune domande.

 

Cos’è per te il body painting e qual è stato il tuo percorso per arrivare a praticarlo ai livelli di adesso?

 

Il mio percorso e' partito dalla pittura su tela, poi si evolve al make-up fotografico & beauty ed infine la scoperta meravigliosa di dipingere un intero corpo e trasformarlo in un opera d' arte completa

 

Come nasce l’idea del disegno in relazione al supporto corporeo stabilito? 


l' idea del disegno nasce da una personale ispirazione, a volte data da un tema specifico ,a volte data completamente dal proprio impulso artistico

Esiste un corpo ideale per l’arte del body painting oppure si possono inventare soggetti diversi a seconda delle misure del modello? 

 

I corpi ideali non esistono nel body painting come in nessun altra forma d' arte. tutto dipende dal soggetto da realizzare,e dal proprio modo d'interpretare. e' vero però che per ogni capolavoro e' sempre gradito trovare una modella o un modello che riesca ad esprimere la tua sensazione e quello che tu vuoi comunicare in quell'istante (cosa non facile)....si deve instaurare quindi una certa complicità con la persona che dipingi.

 

Spesso il lavoro di disegno dura più del momento della sfilata, cosa ti spinge a creare un opera d’arte così effimera nella sua durata? 


Per un body painting integrale e' richiesto un gran quantitativo di ore di lavoro, e quello che spinge a far questo e' il risultato finale.....una lunga preparazione per vedere una tua opera in movimento, indossata come un abito, ricamata con la tua mano.

 


Puoi seguire Azzurra Berti su  MySpace

 

Ricordiamo che Verona Report  è media partner per internet per questo evento.

Published by veronareport.over-blog.it - in Italian BodyPainting Festival 2011
scrivi un commento
13 maggio 2011 5 13 /05 /maggio /2011 18:20

Pastrengo, sabato 30 aprile 2011
Giorno di rievocazione della Carica dei Carabinieri a cavallo

 



Un sabato di sole gradevole, appena annuvolato.2011 FOTO CAR. PASTRENGO 089
Ore dieci del mattino. C’è già molta gente a corona sui lati  del prato della Carica.
Il palco delle autorità è già gremito per metà.
I  cavalli con i Carabinieri in divisa storica fanno evoluzioni  e caroselli di prova, scaldano i garretti e così intrattengono il pubblico.
Gli scolari sono già posizionati sul lato corto del prato di fronte al palco: sono tanti, sono  circa mille come i più famosi garibaldini, vestono tricolore. Peccato che il verde dei capellini si confonda con il verde del prato  sullo sfondo. Da tempo ormai  sono li in piedi e scalpitano perchè non possono muoversi più di tanto. I colori si mischierebbero e addio tricolore!
I cavalieri-carabinieri continuano a volteggiare sul prato, attirano l’attenzione nell’attesa della massima autorità , il ministro della difesa, con arrivo previsto per le ore undici.

L’altoparlante rompe il silenzio dell’attesa e  annuncia il ritardo del ministro. Un mormorio di delusione: le scolaresche  fanno già  calcoli del fine scuola e di quando i  pulmann li dovranno portare  a casa…Riusciranno a vedere la Carica ? No! Sarà per loro  troppo tardi, lasceranno  le loro postazioni anzitempo.
Anche i cavalieri-carabinieri sul prato si fermano, stancherebbero troppo i cavalli.

C’è tempo  di andare al bar della piazza per un caffè. Un fugace pensiero agli scolari che invece non possono muoversi..
Sulla piazza del municipio è schierata la banda dei Carabinieri e il picchetto d’onore, pronti all’inno e all’alzabandiera. Le autorità di accoglienza capeggiate dal Sindaco, parlottano parole di attesa, schivando il sole che a tratti picchia  caldo sulle teste.
Nel silenzio prolungato la piazza si anima improvvisa. Arrivano i motociclisti della staffetta, poi le auto blu, tante, del ministro, del generale comandante, degli onorevoli, delle scorte.
Strette di mano, brevi saluti, poi velocemente la deposizione della Corona  al monumento ai caduti, l’inno sull’attenti con la mano sul cuore.  Poi in corteo giù verso il palco, passando per la galleria, tra due ali di folla. Sorrisi, un affacciarsi alla curiosità dei volti sporgenti dalle file, uno sfilare atletico sulla corsia rossa davanti al palco. Il ministro tocca il cavallo bigio dell’alfiere in un gesto affettuoso, ma guardingo.
Nugoli di fotografi come mosche fastidiose, si agitano davanti alle autorità, togliendo la vista al pubblico che vuole vedere.
Poi via via i discorsi di rito: del sindaco, del generale comandante, del ministro.
La poesia della scolara premiata, a tema Carica, sollecita un generale sorriso, attenuando la tensione del momento.
Il discorso del ministro è lungo e articolato, a  tratti spinoso e provocatorio.
La cerimonia si protrae oltre gli orari della scuola e alcune classi si defilano rientrando alle rispettive sedi.
Finalmente la carica tanto attesa: 90 cavalli, suddivisi in tre squadroni corrono sul prato soffice e vellutato.
Applausi e poi via di fretta, data l’ora, chi al rinfresco  delle autorità nel locale griffato, chi nel più modesto tendone della Pro Loco.
Così finisce una mattinata di straordinaria partecipazione. Un acquazzone di li a poco manderà a casa anche gli ultimi visitatori.
La Festa è salva!

Albino Monauni




La poesia a tema Carica, delle scolare di Pastrengo Alessia Pietropoli e Greta Cimolini,  premiata e letta sul palco

I carabinieri del giorno d’oggi

Sulla collina di Pastrengo
si trova un carabiniere che viene da Pacengo.2011 FOTO CAR. PASTRENGO 028
In groppa alla sua motocicletta “Gina”
osserva questo paese di collina.
Dopo aver fatto una bella “sgommata”
se ne torna in caserma per una calda cioccolata.
In attesa di una nuova missione
guarda il Tg in televisione.
Ad un tratto il telefono squilla
e lui si muove come un’anguilla.
Una vecchietta tutta spaventata
piange, balbettando “Sono stata derubata!”
Arrivato sul luogo dell’accaduto
il carabiniere l’aiuta a ritrovare
ciò che aveva perduto.
Riesce pure ad acciuffare il malvivente
mentre corre sicuro, felice e sorridente.
Dopo averlo arrestato lo manda in prigione
dove lo porta con le manette.
E come premio per questa missione?
Viene ringraziato con un bacio da tutte le vecchiette!





I numeri della Carica di Pastrengo 2011 :
Pubblico stimato: circa 6000 presenze.
Sul palco circa 500 persone  tra cui 2 Ministri con seguito di sottosegretari e onorevoli vari.
Una ventina di sindaci con altrettanti  consiglieri regionali e provinciali.
Numerosissimi i generali, ufficiali e rappresentanti delle tre Armi.
Prefetto, Questore, Giudici e Procuratori.
Delegazione del Comune di Sanfront.
Innumerevoli gli alfieri con gagliardetti delle associazioni d’Arma.

 

 

Ampia galleria fotografica a cura di : Domenico Gandini     Clicca  Quì


Published by veronareport.over-blog.it - in Eventi e Spettacoli
scrivi un commento
4 maggio 2011 3 04 /05 /maggio /2011 17:51

Nasce BussolengOnline.it, un social network territoriale aperto a tutti, rivolto ad associazioni e che ha già in programma un concorso fotografico.

Dall’esperienza www.PescantinaOnline.it partita un anno e mezzo fa nella vicina Pescantina, è nata dagli stessi promotori www.BussolengOnline.it, il social network territoriale che dà democraticamente la parola al cittadino e alle associazioni per comunicare con i concittadini del territorio. BusLogoBussonline.jpgsolengOnline non è una testata giornalistica e non ha l’obiettivo di gestire informazione ma si prefigge lo scopo di facilitare la comunicazione sul territorio aggregando e mettendo in comunicazione le persone con gli stessi interessi. Lasciamo ai giornali locali cartacei ed online il compito di verificare, selezionare le comunicazioni e farle assurgere ad informazione attraverso il professionalismo dei loro giornalisti.

Finalmente uno strumento facile da usare su Internet che focalizza sugli interessi di Bussolengo e che mette a disposizione di tutti coloro a cui sta a cuore la vita e l’attività sul territorio bussolenghese la possibilità di esprimersi, proporre, organizzare senza filtri intermediari con le moderne tecnologie. BussolengOnline.it è aperto a tutti. Tutti possono scrivere un articolo facendo ovviamente appello al senso civico e al rispetto dei concittadini.

Uno spazio è dedicato all’organizzazione di gruppi pubblici o privati favorendo in primis quegli enti e quelle associazioni sul territorio che necessitano di un’assistenza informatica per meglio potenziare la capillarizzazione della propria comunicazione orientata alla realizzazione dei progetti territoriali. Altri spazi sono dedicati alla messa in evidenza di eventi riguardanti il territorio e comunicate da tutti, forum di discussione su problematiche proposte e gestite dai cittadini, spazi video-fotografici per testimoniare dandone la giusta dimensione le attività svolte sul territorio.

Con l’occasione della presentazione di BussolengOnline.it approfittiamo per pubblicizzare il primo grande evento che si appoggerà alla struttura di BussolengOnline del concorso video-fotografico “Una foto per i 150 anni dell’Italia” organizzato e sponsorizzato da Focus e da Verona Report. Il concorso online permetterà di pubblicare il materiale proposto nel concorso e di integrare alla votazione della giuria precostituita anche la votazione del territorio tramite le preferenze comunicate tramite BussolengOnline.it sugli stessi video e fotografie pubblicate sul portale.

Non da ultimo vogliamo sottolineare che www.BussolengOnline.it è una iniziativa sociale apartitica che sotto la regola del rispetto verso il prossimo favorirà costantemente chi si adopererà positivamente per il miglioramento e l’arricchimento socio-culturale del territorio. Ringraziamo sin d’ora chi si sta adoperando e si adopererà a fare di questa iniziativa una testimonianza di connubio riuscito tra il sano principio democratico “la parola a tutti” e la tecnologia Internet.

Published by veronareport.over-blog.it - in Bussolengo on-line
scrivi un commento
1 maggio 2011 7 01 /05 /maggio /2011 21:10

 

 

 

 

Si  è conclusa la 36° edizione del «Carpione d'Oro» ,detto anche «Carpion Trophy»

organizzata anche quest’anno, dalla pesca sportiva di Bardolino.

Riccardo Cristini (presidente  pesca sportiva Bardolino ) ai microfoni di Verona Report ci racconta ,di aver raggiunto quest’anno  44  membri di equipaggio,e sono stati catturati 10 carpioni.Don Domenico 45

Una giornata  splendida solo alcune gocce sul finale ,ma  iniziamo a raccontarvi la giornata.

Alle 7.30 del mattino tutti i partecipanti al porto di Bardolino  per le iscrizioni.

Alle 9.00 partenza degli equipaggi destinazione Punta San Vigilio dove sono stati accolti da panini e bevande, per poi da inizio

 alle 9.30 alla gara sino alle 16.30.

Verso le 17.30 gli equipaggi sono tornati al porto di Bardolino e una giuria ha esaminato il pescato di ogni singolo equipaggio.

Per poi  decretare i vincitori «Re dei carpioni»  2011 a Giusto Fasoletti e Bruno Zorzi

Il sindaco di Bardolino Ivan De Beni ai microfoni di Verona Report  considera questo evento uno dei più importanti per la pesca sportiva di Bardolino.

Verona Report  ringrazia il Centro Nautico Bardolino,per aver reso possibile le riprese dalla pilotina.

 

 

 

Galleria Fotografica    clicca qui

Published by veronareport.over-blog.it - in Eventi e Spettacoli
scrivi un commento
25 aprile 2011 1 25 /04 /aprile /2011 17:34

SERIE A: Le gialloblù abbattono il Toro e volano al 6° posto Data: 16/04/2011

Da Rocha (doppietta), Gabbiadini e Girelli non lasciano scampo al Torino. Le gialloblù scavalcano le granata e salgono al sesto posto.

 

 

 



BARDOLINO VERONA 4
TORINO 1


Reti: pt. 18’ Da Rocha, 42’ Da Rocha, st. 14’ Gabbiadini, 27’ Girelli, 31’ Spanu

Bardolino Verona: Ohrstrom, Mascanzoni (24’ st. Visconti), Ledri, Di Criscio, Stefanelli, Cassanelli, Cantoro, Gabbiadini, Da Rocha (41’ st. Gelmetti), Girelli, De Stefano (13’ st. Toselli). All. Longega.bard to 16 04 11 005 800x542

Torino: Russo, Coluccio, Bosi, Ambrosi (11’ st. Tudisco), Sampietro, Salvai, Bonansea, M

agnarini, Ponz io (2’ st. Spanu), Rosucci, Fran co. All. Serami.

Arbitro: Luca Detta di Mantova.
Assistenti: Citterio e Del Campo.

Note: Giornata nuvolosa, temperatura gradevole. Spettatori circa 250. Recupero 1 e 3, angoli 7-2. Nessuna ammonita.

 

INTERVISTE: in coda al servivio a cura di Daniele Perina


Verona.
Seconda partita casalinga consecutiva e seconda quaterna inflitta dalle ragazze del Bardolino Verona questa volta ai danni del Torino giunto in riva all’Adige con qualche assenza di troppo.
Le gialloblu si presentano in campo per la nona giornata di ritorno con il tridente Girelli - Gabbiadini - Da Rocha ed il chiaro intento di scavalcare in classifica le granata già battute di misura all’andata.
I primissimi minuti di gioco sono di marca torinista ma le ragazze allenate da Serami ( ex colonna dell’Audace ai tempi della serie C) non riescono ad impensierire l’attenta Ohrstrom.
La furia granata si placa ben presto e le gialloblu iniziano ad imbastire azioni d’attacco. La prima al quarto d’ora parte dai piedi di Gabbiadini che dalla linea di fondo mette la sfera in mezzo per la rovesciata a lato di Girelli.

bard to 16 04 11 024 419x600Al 18’  Dayane Da Rocha spezza gli equilibri: l’italo-brasiliana vede il portiere Russo fuori dai pali e dalla tre quarti di campo fa partire una conclusione di collo piede con sfera che scavalca la numero uno granata e termina in rete.
Il Bardolino Verona sale di tono ed imbastisce una bella azione al 27’: Gabbiadini serve Girelli che triangola con Da Rocha. Cristiana Girelli è sbilanciata al momento di concludere ed il pallone non impensierisce Russo.
Sette minuti più tardi Da Rocha va via sulla sinistra, serve Cristiana Girelli che si fa largo in area ma conclude alto.
Prima del riposo il Bardolino Verona perviene al meritato raddoppio: calcio di punizione dalla tre quarti calciato dall’ex di turno Veronica Cantoro. Sfera per Girelli che di testa mette in mezzo dove da Rocha con una conclusione al volo insacca a fil di palo. 
La musica non cambia nella ripresa ed il Bardolino Verona fallisce subito un’ottima opportunità con Girelli che per due volte si fa ribattere la conclusione da due passi, prima dal portiere, poi da un difensore.
Il terzo gol scaligero è nell’aria ed arriva puntuale al 14’: Melania Gabbiadini dalla sinistra si accentra e fa partire un destro a giro che si insacca inesorabilmente sul palo lontano.
Prima della mezz’ora arriva anche la rete della quaterna gialloblu ad opera di Cristiana Girelli che su calcio di punizione dal vertice sinistro dell’area insacca sul primo palo ingannando la numero un ospite. Quattordicesimo gol in campionato per la numero dieci scaligera.
Le veronesi rischiano di dilagare ma sul pallone crossato dalla neo-entrata Visconti l’incornata di Girelli trova un difensore granata pronto alla respinta.
Accorciano le distanze le toriniste con il gran gol siglato dalla giovane Spanu appena entrata in campo: la numero 15 riceve palla da Bonansea, aggira Di Criscio e mette la sfera all’incrocio.

Il Toro non è mai domo ma sono le scaligere ad avere ancora le opportunità più clamorose, come al 38’ quando Russo compie il doppio miracolo respingendo in successione le conclusioni ravvicinate di Girelli e Toselli.
Da Rocha viene atterrata in area ma il direttore di gara non se la sente di infierire sulle giovani toriniste.
Allo scadere del novantesimo c’è ancora tempo per assistere all’ennesimo tentativo scaligero: azione condotta da Toselli che mette dentro un rasoterra per Gabbiadini. Prima conclusione respinta sulla linea dal difensore Sampietro e sulla ribattuta la numero otto non trova la porta.
Il Bardolino Verona incamera altri tre punti che regalano al sodalizio gialloblù la matematica salvezza con ampio anticipo ( ma da tempo non c’erano più dubbi) e soprattutto un notevole balzo in avanti in classifica: le veronesi si insediano al sesto posto scavalcando, oltre al Torino, Roma e Chiasiellis.
Dopo la sosta pasquale le gialloblu affronteranno l’atteso derby del Garda sul campo del Brescia.

 

www.cfbardolino.com

Published by veronareport.over-blog.it - in Sport
scrivi un commento
24 aprile 2011 7 24 /04 /aprile /2011 18:07




Primo tempo opaco del Villafranca che subisce il gol al 16', a segnare è Pace che supera Schena e davanti a Peresson mette in rete. Nel secondo tempo il Villa cambia marcia, Zorzi entrato al posto di Sabaini da velocità e si incominciano a creare azioni pericolose. Nel momento migliore del Villafranca il Castiglione raddoppia con il gol di Girometta. Mister Facci rimescola le carte e butta nella mischia Cac2011_07_17_zorziBIG.jpgciotti e Avanzi, il Castiglione controlla e cerca di pungere in contropiede. A metà del secondo tempo esce Centonze per infortunio e così il Villafranca rimane in dieci. Nel finale due gol, al 45' di Lorenzini e al 46' di Pace (vera bestia nera dei blu-amaranto) chiudono la gara.


Villafranca: Peresson, Schena (24’ st Cacciotti), Smania, Del Tongo, Sabaini(1’ st Zorzi), Taddeo, Tonolli, Speri (21’ st Avanzi), Lorenzini, Alberti, Centonze. Allenatore: Facci. A disposizione Adamoli, Gottoli, Botosso, Palmiero.
Sterilgarda Castiglione: Iali, Morandi, Ruffini, Bellomi, Ferretti, Ragnoli, Manzoni, Ligarotti (39’ st Anesa), Girometta, Pace, Mazzali (39’ st Dibelli). Allenatore: Casari. A disposizione Pilato, Colosio, Lonighi, Corsini.
Arbitro: Andreini di Forlì. Assistenti: Grieco e Staffolani
Reti: 16’ Pace (S), 13’ st Girometta (S), 45’ st Lorenzini (V), 46’ st Pace (S).
Note: Spettatori 250 circa. Ammoniti per il Villafranca Schena, Sabaini, Speri. Per la Sterilgarda Iali e Ligarotti.
Calci d’angolo 4 a 2 per il Villafranca.
Recuperi 2’ e 4’.

Published by veronareport.over-blog.it - in Sport
scrivi un commento
23 aprile 2011 6 23 /04 /aprile /2011 18:30

 

 

 

 

Verona Report in collaborazione con  BussolengOline rilancia la consuetudine, iniziata nel 2007 in occasione delle Don Domenicomaggiori festività, degli auguri sul web arricchiti dal messaggio dei nostri parroci di Santa Maria Maggiore,Cristo Risorto e San Vito al Mantico.

Quest’anno é Don Domenico Consolini,  parroco di San Vito al Mantico, a rivolgersi on line alla comunità.

Nel suo intervento  ha ricordato le guerre e la grande crisi che stiamo attraversando, invocando la pace. 

Le  redazioni di Verona Report e BussolengOline si uniscono a Don Domenico   augurando a tutti Buona Pasqua

Published by veronareport.over-blog.it - in Eventi e Spettacoli
scrivi un commento

Contatta Verona Report

Ricerca Nel Sito

Sostenitori

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

seguici_su_facebook.png

 

 

 

Le nostre rubriche


Eventi seguiti

 

CORSI CONCORSI E EVENTI

 

 

 

 

 

Mondo Associativo