20 luglio 2017 4 20 /07 /luglio /2017 23:35

L’Accademia ItalModa di Tisato Antonella è un Organismo di Formazione e Specializzazione che dal 1974 forma a Verona tutte quelle figure professionali che ruotano attorno al settore MODA: Stilisti, Sarti, Modellisti, Modelle/i, Makeup Artist, Deejay.
ItalModa è infatti una realtà consolidata che permette ai giovani, con passione per la moda e la creatività, di esprimersi al meglio e di acquisire un titolo di studio dialta formazione professionale.

A fine anno accademico viene sempre organizzata una sfilata di capi, interamente ideati e confezionati dagli allievi dei corsi di sartoria, stilismo e modellismo
industriale. Questi abiti vengono indossati dalle ragazze e ragazzi che hanno frequentato il corso per diventare modelle/i, la cui bellezza è esaltata dal make-up
realizzato per l’occasione dalle allieve dei nostri corsi di make-up professionale.
Si tratta di un evento davvero suggestivo, in quanto il lavoro appassionato e
creativo di un intero anno di studio prende forma e vita proprio in questo fashion show. Sfileranno pertanto gli stili più diversi e differenti come l’Haute Couture, lo stile Punk inglese, lo stile Cocktail, quello ispirato agli anni ’70, il Cyber Dark ecc.…
Anche quest’anno la sfilata si terrà in una location prestigiosa: in particolare l’ItalModa Fashion Show 2017 sarà un evento molto esclusivo e riservato, che si svolgerà presso la Locanda Del Borgo, all’interno del contesto della Cantina Rocca Sveva a Soave (VR).
Ulteriori informazioni nel sito www.scuolaitalmoda.it o alla pagina FB ItalModa.
ACCADEMIA ITALMODA Via Prato Santo, 4/A – 37126 VERONA - Tel e fax 045/91.41.06
www.scuolaitalmoda.it - info@scuolaitalmoda.it

Published by veronareport.over-blog.it
scrivi un commento
17 luglio 2017 1 17 /07 /luglio /2017 20:24

Fantavv, festival della letteratura horror, fantasy e d'avventura, nasce con la precisa volontà di essere un evento letterario di genere, con contenuti di peso, ma non noioso, o altezzoso.
Anzi, deve raggiungere anche il lettore non assiduo, se non addirittura a digiuno.
E in questo probabilmente la scommessa dei ragazzi dell'Associazione Books & Games è stata vinta. Oltre al fatto di essere una realtà unica in Italia ed essere riusciti a fornire una proposta culturale di livello nazionale già dalla prima edizione.

E la prima volta di una manifestazione ambiziosa soffre sempre di qualche errore e problemi imprevisti, che in questo caso hanno visto il caldo nel ruolo di protagonista, avendo costretto l'organizzazione a rivedere la scaletta degli eventi e spostare alcune location.
Infatti già dall'inaugurazione del sabato mattina, con il taglio del nastro e la premiazione del concorso letterario delle scuole primarie e secondarie di primo grado, il forte sole a picco ha presto costretto pubblico e organizzazione a trovare un rifugio alla calura, nonostante l'ampia tensostruttura presente in piazza.
 

In compenso gli speach programmati, le interviste, gli incontri con gli autori e i due eventi clou di sabato e domenica, cioè la tavola rotonda sul  fantasy e la prima presentazione nazionale dell'ultimo inedito di Tolkien “Beren e Luthien”, hanno avuto una risposta di pubblico e un apprezzamento davvero entusiasmanti. Il tutto reso molto suggestivo dal gruppo di rievocazione de Il Signore degli Anelli “La Quarta Era”.
Anche le proposte collaterali hanno riscosso un certo successo, a partire dalla presenza dell'Ordine delle Lame Scaligere e Le Dodici Lame, che hanno dato dimostrazioni di scherma e tenuto interessantissimi incontri sul palco, destando la curiosità di grandi e piccoli.
 

Allo stesso modo il padiglione giochi ha coinvolto giocatori di tutte le età, esperti e non, che oltre ad avvicinarsi al mondo del fantasy e dell'avventura attraverso un approccio leggero, hanno anche avuto modo di scoprire un mondo di intrattenimento da tavolo non banale, grazie alla preziosa collaborazione dei dimostratori dell'Associazione Ludica Scaligera e alla presenza di due marchi importanti come Cranio Creations e Asmodee.
Espositori di oggettistica a tema e prodotti tipici, o particolarità bizzarre, erano in piazza ad arricchire la proposta e ovviamente non potevano mancare brevi escursus in campi artistici che sembrano lontani dalla letteratura, ma che invece hanno affinità insospettabili, non tanto dal punto di vista tematico, quanto da quello creativo. Agli incontri hanno partecipato esperti di fumetto, sceneggiatori di Tex, illustratori di giochi, e registi di corti horror.

Nella serata di sabato, approfittando della concomitanza con la Notte Bianca di Bussolengo, per le strade si sono potuti ammirare artisti di strada di valore internazionale e sul palco principale si sono esibiti gli Cnò, storico gruppo veronese di musica folk irlandese, che ben richiama ritmi e sonorità tipici del fantasy.

Contenuti letterari importanti e un contorno spettacolare e divertente per questa prima edizione, da cui l'Associazione Books & Games sta già traendo spunti e idee, per rendere ancora più fantastica una manifestazione che si è  presentata come uno degli eventi irrinunciabili del settore per i prossimi anni.

Published by veronareport.over-blog.it
scrivi un commento
1 luglio 2017 6 01 /07 /luglio /2017 21:33

Partita ieri sera la  IV staffetta dell'amicizia! Arriveranno a Giovinazzo, BA, il 4 luglio dopo una marcia ininterrotta di oltre 1000 km. Presenti alla partenza tutti gli amici che ci hanno seguito durante la lunga e complessa preparazione di questo evento.                        

Dall'amministrazione comunale che da anni è in contatto con i luoghi terremotati , all'associazione INSUPERABILI, agli amici di Amarathon, agli insostituibili sponsor, a Pugliamarathon e tutti gli amici di Giovinazzo. Alla partenza presenti i bimbi delle scuole materne che hanno corso insieme al nostro Sindaco fino al monumento alle porte della Valpolicella. Da qui il testimone è passato ad Abele e di mano in mano, di passo in passo arriveremo al mare! Ci aspetta una notte insonne, domattina colazione a Medolla all'Oasi Le Cicogne dagli amici conosciuti alla precedente staffetta. E a Ferrara ci raggiungeranno altri due pulmini con podisti partiti la notte.

 

Published by veronareport.over-blog.it - in associazioni
scrivi un commento
24 giugno 2017 6 24 /06 /giugno /2017 10:56

L’ Associazione Verona Report ha come fine statutario la promozione e la valorizzazione del territorio e, con l’annuale appuntamento del Concorso Fotografico ”Viaggiando”, si propone di fare da stimolo alla scoperta, ogni anno, di un aspetto diverso che caratterizza la nostra zona. Quest’anno è stata la volta dei: “CASTELLI E FORTIFICAZIONI NEL VERONESE”.

Dal periodo Romano al Medioevo, dall’età comunale agli Scaligeri, dalla Repubblica di Venezia a Napoleone, dall’Impero Asburgico al Regno d’Italia, tutti considerarono Verona e il suo territorio zona strategica da difendere e perciò da munire di possenti fortificazioni. Tutto il nostro territorio è cosparso di queste opere, le splendide mura di Verona, i forti staccati, le torricelle, i castelli medioevali dell’Est Veronese, del Mincio e del Lago di Garda, le piazzeforti di Rivoli, di Pastrengo, di Peschiera, tanti sono i tesori architettonici, a volte quasi sconosciuti che testimoniano un passato importante ed è perciò un patrimonio da far conoscere e preservare.

Le opere di difesa si sono succedute nei secoli rinnovandosi e adattandosi alle esigenze che via via si presentavano e costituiscono ora un esempio significativo delle diverse tecniche utilizzate. Molte di queste strutture sono andate distrutte, a volte per l’ incuria e l’abbandono, o perché il progresso le ha volute sacrificare al passaggio di una strada, o all’interesse di una lottizzazione. Noi siamo qui invece per portare a conoscenza quello che rimane, magari per poter stimolarne la salvaguardia e tentare di recuperare quello che è possibile, questo è in fondo il nostro scopo, la nostra “missione”.

Domenica 18 Giugno si è svolta la premiazione dei primi tre classificati. La giuria qualificata, composta da professionisti dell’immagine e del web, ha stilato un classifica tenendo conto, in parte, del voto espresso online dal pubblico.

Il vincitore del 9° concorso è risultato GIANNI BOSCO con: “LUCI E OMBRE SUL MASTINO

(Le torri del castello che si stagliano verso un cielo quasi drammatico rivelano un sapiente controllo dell’esposizione. L’inquadratura dal basso rende convergenti le linee esaltando la prospettiva e dando l’idea di spazio).

Al 2° posto PIERPAOLO MANFRE’ con: “PONTE VISCONTEO

(Un’inquadratura classica del ponte da Borghetto, ma resa dinamica dalla presenza del ragazzo che sembra contemplare la scena. Un equilibrato gioco di luci e colori ne esalta la visione d’insieme).

Al 3° posto: GIORGIO DAL POZZO con: “SCORCIO DELLA TORRE

(L’immagine mostra la torre principale del Castello di Valeggio con una studiata inquadratura dal basso che ne esalta il profilo. Le mura in primo piano racchiudono il soggetto creando una sorta di cornice ad arricchire la composizione).

I premi consistono in fotolibri di varie tipologie che potranno essere realizzati con le proprie foto con effetti e sfondi che ne esaltino la bellezza, il tutto offerto da Focus foto&video, partner dell’organizzazione.

Un sentito ringraziamento va al Comitato Festa di San Vito al Mantico, alla parrocchia, a Don Domenico che ci ha dato la disponibilità dello spazio, all’Amministrazione di Bussolengo e soprattutto ai partecipanti che, indipendentemente dalla classifica, hanno contribuito con le loro opere alla realizzazione dell’iniziativa.

Rinnoviamo l’appuntamento al prossimo anno, alla scoperta di un nuovo aspetto della nostra zona da scoprire e da far risaltare.

Concorso fotografico 2017 – Le premiazioni
Concorso fotografico 2017 – Le premiazioni
Concorso fotografico 2017 – Le premiazioni
Published by veronareport.over-blog.it
scrivi un commento
16 giugno 2017 5 16 /06 /giugno /2017 18:19

Tra novità assolute, riconferme e servizi televisivi su canali nazionali, l'11^ edizione verrà ricordata soprattutto per i numeri record di iscritti, non solo di artisti, ma anche di fotografi.

La giuria era formata dalla campionessa in carica di Pennello e Spugna, la romana Silvia Vitali, dalla campionessa del 2014, la riminese Marilena Censi, dall'artista fotografa Alessandra Salardi Tommasoli, e il direttore del settimanale "Donna al top" Paolo Mancini. A loro è spettato il compito di consacrare i 4 Campioni Italiani 2016 delle categorie professionistiche, oltre al migliore della categoria Amatori Bodypainting. Il tema era "Mondo fantasy".

Sabato 4 giugno erano due le categorie in gara. Nella più partecipata di tutte, Pennello e Spugna, è stata proclamata Campione Italiano 2016 Marzia Bedeschi di Noventa Vicentina con assistente Elena Bettanello di Montebelluna (TV) e modella Sofia Checchi. Posto d’onore per Lucia Postacchini, di Fermo, nelle Marche con assistente la compaesana Ermanna Seccacini e modella Michela Luciani. Terzo posto per Barbara Passarini, di Cento (FE), con assistente Francesca Fiorini di Traona (SO) e modella Valentina Giovinetti. In quella dedicata agli Amatori Bodypainting, prima classificata la padovana Edda Polanzan con assistente Maurizio Renes, sempre di Padova, e modella Linda Salvato, secondo posto per Emma Camputaro di Rimini con assistente Ottorina Danese di Monteforte d'Alpone (VR) e modella Linda Crocetta, e terzo gradino per Alessia Bosa di Pove del Grappa (VI) con assistente Manuela Todesco di Solagna (VI) e modella Alina Maria Hotar.

Domenica 5 giugno tre invece le categorie in gara. Nella categoria Facepainting, Campionessa Italiana è Andreia Gosio di Cividate Camuno (BS) con la modella Simona Serpellini, secondo posto per Elena Bettanello di Montebelluna (TV) con la modella Sofia Checchi e terzo gradino per Francesca Cavicchio con la modella Veronica Calini. Nella categoria Aerografo si è confermata Campionessa Italiana la romana Francesca Tariciotti con assistente Tiziana La Monica di Lido di Camaiore (LU) e modella Michela Maridati; seconda classificata Lucia Postacchini, di Fermo, nelle Marche, con assistente la conterranea Ermanna Seccacini e modella Azzurra Furgeri, e terzo posto per Alla Krasnova di Brescia con assistente Cristina Capobianco di Torino e la modella Anna Poli. Nella più spettacolare, Effetti Speciali, la Campionessa Italiana è risultata Gloria Bordin di Montagnana (PD) con assistente Andrea Maggiolo e modella Diana Verona. Secondo posto per la catanese di Riposto Giovanna Patanè con assistente Simone Stella di Catania e modella Chiara Mattiello. Podio più basso per Manuela Giorgino di Ceriale (SV) con assistente Alessandra Lilli di Roma e modella Elisabetta Luciani

Premio per la migliore performance alla riminese Roberta Gazzetto di Monte Colombo di Rimini con la modella Jelena Jovecic.

“Il Campionato Italiano sul lago di Garda lo si può considerare la Sanremo dei corpi dipinti, sottolinea il produttore Enrico Bianchini. E questo grazie anche al progetto "Bodypainting's Friends" che abbiamo creato un anno fa insieme alle amiche Marilena Censi, Elisa del Favero, Tiziana La Monica e Giovanna Patanè, a cui si sono aggiunte Laura Colangelo, Alice Masia e Simona Meloni. In attesa di nuove adesioni".

Il Festival ha il patrocinio di molti Enti, in primis l’Amministrazione Comunale di Bardolino e la Fondazione Bardolino TOP, l’Associazione Albergatori di Bardolino, poi la Provincia di Verona, la Regione Veneto, il Consorzio Garda Veneto. Fra i partner del Campionato Italiano, ci sono anche Galvani Trading, AGSM, AMIA, Parco Giardino Sigurtà, Gardaland, Hollywood Dance Club e Verona Report

Published by veronareport.over-blog.it
scrivi un commento
14 giugno 2017 3 14 /06 /giugno /2017 18:21

A pochi giorni dall'edizione numero 12 del Campionato Italiano dei Corpi Dipinti,in programma sul lago di Garda sabato 17 e domenica 18 giugno a Garda,la nuova Capitale Italiana del bodypainting, riviviamo alcune spendide immagini dell'estate scorsa, grazie alla collaborazione con Verona Report.

In queesta quarta ed ultima puntata di anteprima,l'intervista a Flavio:Bosco uno degli storici collaboratori del Festival.

In questa puntata gli artisti Katia Simonetti, Maddalena Segata, Andrea Leonardi, Michela Camputaro, Anna Penazzo, Michele Codazzi, Alessia Bosa e Anna Lovato

Buona Visione !

Published by veronareport.over-blog.it
scrivi un commento
13 giugno 2017 2 13 /06 /giugno /2017 19:38

Sta riscuotendo un buon successo l'esposizione delle foto del concorso "Viaggiando, castelli e fortificazioni nel Veronese". Lo spazio espositivo al Circolo Noi della parrocchia di San Vito al mantico è stato meta di numerosi visitatori che si sono soffermati sui vari scorci fotografati apprezzando le opere che descrivono un aspetto interessante del nostro patrimonio storico e architettonico: i castelli medievali, maestosi nel loro fascino antico e i forti di epoca più recente, possenti ed essenziali.

Le fotografie esposte offrono uno spaccato originale di quello che era un tempo un grandioso campo trincerato unico nel suo genere di cui rimangono molte importanti opere a testimonianza. L'associazione Verona Report si propone, con questa iniziativa, di stimolare la curiosità, spingendo a ricercare attorno a noi quello che rimane di un'epoca passata e a riscoprire attraverso le fortificazioni, un territorio, il nostro, ricco di storia e di cultura.

La giuria qualificata, composta da professionisti dell'immagine e del web, ha stilato una classifica, tenendo conto, in parte, del voto espresso on line sul sito di riferimento www.bussolengonline.it.

Al primo posto si è classificata: "Luci e ombre sul mastino" di Gianni bosco, dov'è il soggetto è il castello di Valeggio che si staglia verso un cielo quasi drammatico.

Conquista il secondo posto "Ponte Visconteo" di Pierpaolo Manfrè.

Al terzo posto "Scorcio della torre" di Giorgio Dal Bosco.

Gli altri posti delle classifica sono i seguenti:

4°- Le grida del cavaliere, di Gianni Bosco

5°- Caduta di un impero, di Gianni Bosco

6°- Forte S.Marco, di Pierpaolo Manfrè

7°- Scala doppia, di Silvano Zampieri

8°- Il fascino della notte, di Franco Piubel

2 giugno 2017 5 02 /06 /giugno /2017 15:59

Gegè e Mimì sono due piccoli ospiti di un reparto di ospedale. Insieme giocano e progettano le loro avventure, ma un giorno intraprendono un "viaggio speciale" su un autobus guidato dal buffo Clown Giocondo.Chi incontreranno? Quale sarà la destinazione?
Quel viaggio diventerà l' opportunità per riabbracciare il nonno Franco ed il vivace e l' intelligente cagnolino Macchiolina. Insieme a loro e ad altri bambini, in una rocambolesca avventura, aiuteranno Marco, Luigi e Sandro a scoprire il significato dell' amicizia, dell'amore autentico e disinteressato, del valore della famiglia e della vita.

Tutti i personaggi descritti nel racconto sono realmente esistiti e mi sono ispirata a storie vere.

Ho cambiato solo i nomi. In particolare, con il personaggio di Mimì, è mio desiderio rendere omaggio a Mida Lampadina Udali, una donna straordinaria, collega Clown dottore in un' altra associazione di volontariato, che ha vissuto il dramma della perdita di una figlia che sognava di diventare una pattinatrice come Karolina Kostner.

Il mio progetto è promuovere la clownterapia e sensibilizzare giovani, adulti e bambini sulle realtà sociali che ci circondano e che potrebbero anche diventare parte di un vissuto della nostra vita.

Loro stessi, con il loro talento e la loro prestazione gratuita diventano protagonisti della realizzazione di un libro il cui ricavato va a sostegno di progetti di beneficenza. Il ricavato del libro va a sostegno dell' Associazione di Volontariato Sociale Clown dottori IL SORRISO ARRIVA SUBITO ONLUS.

Ringrazio Marco Fill e Lara Saccalani che hanno creduto nella bontà dei miei progetti: per il loro incoraggiamento e sostegno economico alla pubblicazione.Ringrazio Padre Edoardo Gavotti, Cappellano presso l’Ospedale di Borgo Trento di Verona.

Ringrazio i dirigenti scolastici Prof. Claudio Pardini e Prof. ssa Lauretta Zoccatelli per l’opportunità di coinvolgere gli studenti nel progetto di realizzazione del libro.

Ringrazio il Prof. Maurizio Taioli e la Prof.ssa Licia De Biase per l’organizzazione del progetto illustrativo e grafico e tutti gli studenti della classe V ALF dell’istituto Carlo Anti di Villafranca che hanno partecipato alla sua realizzazione:. Scialpi Chiara, De Martino Flavia, Mazzi Sara, Finezzo Alessia, Venturini Anna, Rossi Carlotta, Zanoni Filippo, Bensoni Noemi, De Rossi Al­berto, Calmero Vanessa, Fraccaroli Giada, Adami Filippo, De Angelo Lucia, Ciman Laura, Faccioni Linda.

Ringrazio la Prof.ssa Grazia Felici per la correzione della bozza.

Ringrazio Mario Mala per i preziosi suggerimenti per perfe­zionare la stesura del racconto.

Ringrazio tutti i Soci fondatori e ordinari dell’Associazione di Volontariato Clown dottori Il Sorriso Arriva Subito Onlus.

Ringrazio Claudio Dal Castello di Verona Report per l’opportunità di diffusione sui portali web di diffusione a livello nazionale.

Ringrazio la mia famiglia, prezioso spunto di riflessione e accogliente dimora.

Ringrazio tutti coloro che come me pensano che gli eventi della vita, possano sempre diventare delle opportunita di crescita personale e non solo, se guardi anche da altre prospettive.

Published by veronareport.over-blog.it
scrivi un commento
25 maggio 2017 4 25 /05 /maggio /2017 20:43

E' in programma a Bussolengo il 27 e 28 Maggio la prima "Festa delle Associazioni". Si tratta di un progetto inseguito da tempo da noi di Verona Report finalizzato alla conoscenza reciproca e alla creazione di possibili sinergie fra le associazioni di vario tipo che operano sul terriotorio di Bussolengo: un momento di convivialità e di visibilità per il volontariato locale dove ogni realtà associativa avrà a sua disposizione un gazebo in cui presenterà la propria attività e ne farà partecipe la cittadinanza.

L'evento si svilupperà in due giornate con l'apertura dei gazebo in piazza 26 Aprile nel pomeriggio di sabato 27. Ci sarà l'incontro e lo scambio di informazioni fra i membri delle differenti associazioni e saranno allestite le mostre dei disegni dei bambini delle scuole di Bussolengo e i quadri dell'Associazione Artemisia. Nelle serata funzioneranno gli stand gastronomici e ci sarà musica dal vivo col gruppo locale "Novel".

Domenica mattina sarà offerta alla cittadinanza l'aperitivo e il Gruppo Bandistico farà da sottofondo musicale. Nel pomeriggio verranno organizzate attività ludiche che coinvolgeranno i bambini e le loro famiglie, mentre in serata apriranno nuovamente gli stand gastronimici. Sarà poi la volta dello spettacolo teatrale "Camera a ore" recitato dalla compagnia dialettale dei "Malmaridè" che chiuderanno in bellezza questi due giorni.

E' queta un'iniziativa che vuole essere un'occasione per approfondire la reciproca conoscenza e per gettare le basi per future collaborazioni; lo sviluppo di una coscienza sociale territoriale sempre più forte e coesa, capace quindi di affrontare insieme attività e temi complessi e impegnativi.

Vedi il programma dettagliato

Per contatti: comitato.associazioni@bussolengonline.it

Published by veronareport.over-blog.it
scrivi un commento
20 maggio 2017 6 20 /05 /maggio /2017 16:52

Fra le tante idee circolanti in questo periodo, molto interessante è quella del rifacimento del ponte di Arcè inserendo una moderna turbina ad immersione direttamente sotto di esso. Il sistema funzionerebbe incanalando l’acqua con una specie di sbarramento verso l’arcata sulla destra idrografica, e quindi in territorio di Bussolengo, sfruttando semplicemente la corrente del fiume. La tipologia della centrale è analoga a quella già funzionante alla diga del Chievo e a quella, quasi ultimata, alla diga di S.Giovanni Lupatoto e permette di produrre energia per il fabbisogno di circa 2000 famiglie.

Il progetto, proposto dalla Technital è stato approvato dal Genio Civile di Verona ed è stata avviata la procedura di Valutazione dell’Impatto Ambientale. Il ponte, vista l’inadeguatezza a sostenere le esigenze del traffico attuale e ritenuto pericoloso nelle sue strutture anche al passaggio ciclopedonale, era stato chiuso totalmente già nel dicembre dello scorso anno. Ora il suo rifacimento risulta possibile potendone sostenere il costo con il ricavato della produzione di energia pulita consentita dalla nuova centrale.

Sembra inoltre che lo stesso intervento possa essere realizzato anche per il ponte di Settimo, costruito nello stesso periodo e di analoga tipologia del ponte di Arcè, così da creare un sistema che porrebbe il territorio di Bussolengo all’avanguardia nella produzione di energia rinnovabile.

Gli Amici Della Bicicletta di Verona, da sempre sensibili agli argomenti ecologici, si sono fatti promotori, attraverso il progetto “ECOMUSEO” del recupero e della fruizione delle realtà storiche che riguardano la produzione di energia idroelettrica sorte a cavallo tra l’ 800 e il ‘900, proponendo di rendere utilizzabili gli argini dei canali che, collegati con le piste ciclabili esistenti creassero una sorta di percorso di attraversamento della città di Verona fino ad ora problematico per la mobilità sostenibile. In quest’ottica è stata organizzata l’ ENERGITA, una pedalata ecologica che quest’anno, visto le premesse sopra descritte, ha visto il suo svolgersi nel territorio di Bussolengo coinvolgendo un buon numero di appassionati pedalatori, per essere presenti alla presentazione del progetto.

Nel nostro servizio, il sindaco di Bussolengo Paola Boscaini delinea le caratteristiche e le finalità dell’opera e il presidente degli Amici delle Bicicletta di Verona Corrado Marastoni illustra l’iniziativa “Ecomuseo”. Infine Marco Passigato dell’Università di Verona, accompagnatore dei ciclisti, coglie gli aspetti significativi del progetto… se son rose fioriranno… almeno speriamo!

Published by veronareport.over-blog.it
scrivi un commento

Contatta Verona Report

Ricerca Nel Sito

Sostenitori

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

seguici_su_facebook.png

 

 

 

Le nostre rubriche


Eventi

 

 

 

 

 

 

 

CORSI E CONCORSI

Mondo Associativo