3 dicembre 2016 6 03 /12 /dicembre /2016 09:41

L’Accademia ItalModa di Tisato Antonella è un Organismo di Formazione, ACCREDITATO dalla Regione Veneto, che dal 1974 a Verona forma tutte quelle figure professionali che ruotano attorno al settore MODA: Stilisti, Sarti, Modellisti, Modelle/i, Make-up Artist, Deejay.

A fine anno accademico viene sempre organizzata una sfilata di capi interamente ideati e realizzati dagli allievi stilisti e sarti, indossati dalle ragazze e dai ragazzi che hanno frequentato il nostro corso per modelle/i, a loro volta truccati dalle allieve dei corsi di makeup professionale. 

Si tratta di un evento davvero suggestivo, in quanto il lavoro appassionato e creativo di un intero anno di studio prende vita sulla passerella, mostrando come le idee e la creatività possano prendere forma.

Si tratta di un evento davvero suggestivo, in quanto il lavoro appassionato e creativo di un intero anno di studio prende vita sulla passerella, mostrando come le idee e la creatività possano prendere forma.

Negli anni precedenti, come testimoniano video e foto che si possono visionare nel sito www.scuolaitalmoda.it o alla pagina FB  ItalModa sono state organizzate diverse sfilate collaborando con i Comuni di Torri del Benaco, Garda, Bussolengo, Raldon, Soave, San Martino Buon Albergo, Bardolino, Lazise ma anche con locali alla moda come l’Hollywood,  il Berfi’s, il Dorian Gray, il MAD' in Italy e le cantine Zeni di Bardolino.  

Quest’anno la sfilata si è tenuta a Verona nel loggiato della splendida location del Palazzo della Gran Guardia in Piazza Bra, dove hanno potuto mettersi in mostra i flash di collezione, di sarte e stiliste diplomatesi presso ItalModa, dagli stili più diversi: haute couture, marinaro, elisabettiano-teatrale, romantico, bon-ton, punk, metropolitan, tribale, cocktail, hippie, raffinato, sposa.   

Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Gran Galà ItalModa - prima parte
Published by veronareport.over-blog.it
scrivi un commento
27 novembre 2016 7 27 /11 /novembre /2016 22:28
NATALE 2016 A BUSSOLENGO

Il Natale a Bussolengo presenta un cartellone fitto di eventi ed appuntamenti che è iniziato sabato 26 novembre con l’inaugurazione, per concludersi domenica 8 gennaio 2017.

Un Natale dei Bambini, ricco di sorprese e novità. Il centro del paese di trasformerà in un grande parco natalizio, pieno di luce e suggestioni.

NATALE 2016 A BUSSOLENGO

La principale novità di quest’anno è il Grande Calendario dell’Avvento, alto 7 metri e lungo 28, montato su una struttura di metallo altrettanto imponente. L’ideazione scenica è del concittadino Maestro Bruno Prosdocini, che nell’opera ha voluto omaggiare Bussolengo, rappresentando monumenti, architetture e personaggi che caratterizzano il territorio e la storia del paese. Durante i fine settimana che precedono il Natale, alle ore 16.00, le finestre del calendario si apriranno attraverso un’animazione dedicata ai bambini, che prevede la narrazione di tradizioni natalizie e di curiosità sul Natale, che sapranno interessare e sorprendere grandi e piccini.


Maggiori informazioni http://www.bussolengo-vr.it/

NATALE 2016 A BUSSOLENGO
NATALE 2016 A BUSSOLENGO
NATALE 2016 A BUSSOLENGO
NATALE 2016 A BUSSOLENGO
Published by veronareport.over-blog.it - in Bussolengo-Vr
scrivi un commento
26 novembre 2016 6 26 /11 /novembre /2016 18:54
 IL GRANDE CUORE DI MORENO – Festa dell’associazione

L’Associazione “Il Grande Cuore di Moreno”, nata nel 2010 per ricordare Moreno Pirocca, giovane cardiopatico, morto per un’infezione all’età di 16 anni, si propone di aiutare e sostenere i bambini nati con malformazione cardiaca e offrire loro la speranza di una vita migliore. A tal fine attua progetti e iniziative di assistenza sanitaria, si impegna nelle sensibilizzazione in ambienti scolastici e sportivi, finanzia borse di studio e raccoglie fondi per l’acquisto di attrezzature sanitarie,

 IL GRANDE CUORE DI MORENO – Festa dell’associazione

Come ogni anno si è svolta la festa dell’associazione che questa volta ha cambiato data e sede. Lo splendido parco dell’oratorio parrocchiale di Parona ha fatto da scenario a questo evento dove, alla fresca ombra di alberi secolari i nostri bambini hanno potuto giocare in allegria e sicurezza trasmettendo vivacità e spensieratezza, forza e speranza per superare qualsiasi eventuale momento difficile.

 IL GRANDE CUORE DI MORENO – Festa dell’associazione

E’ stata questa l’occasione per poterci ritrovare insieme e condividere sorrisi, speranze e prospettive, e per tracciare un bilancio delle cose fatte progettando nuovi obbiettivi e nuovi traguardi. Il pranzo, offerto dall’associazione ha appagato anche i palati più esigenti, mentre per i più golosi, ecco l’immancabile concorso della “Torta del Cuore” con gustosissime e originali prelibatezze. La lotteria ha messo in palio premi belli e importanti e sono andati a ruba tutti i biglietti. Ad allietare il tutto, non poteva mancare la simpatica compagnia dei “Clown del Cuore” a vivacizzare con un po’ di follia una giornata di vera festa.

 IL GRANDE CUORE DI MORENO – Festa dell’associazione

Nell’occasione è stato presentato il nuovo direttivo dove qualche passaggio di consegne ha rivitalizzato l’associazione con nuove energie e nuovo entusiasmo. Sono stati illustrati i progetti già partiti e quelli in cantiere per riservare ai nostri piccoli dal cuore speciale un futuro di sicurezza e serenità… ricordando sempre che, come diceva Pach Adams: “ Se si cura la malattia si può vincere o perdere ma se si cura la persona si può solo vincere”.

Segui su Facebook

www.ilgrandecuoredimoreno-onlus.org

Published by veronareport.over-blog.it - in Associazioni
scrivi un commento
18 novembre 2016 5 18 /11 /novembre /2016 19:18
San Vigilio

San Vigilio è una località fra le più suggestive della sponda orientale del Lago di Garda. Il piccolo promontorio forma la propaggine nord-occidentale del golfo di Garda, non lontano dalla cittadina lacustre.

Lasciata l’auto al parcheggio a lato della Gardesana, un pittoresco vialetto fiancheggiato da cipressi ci conduce al piccolo borgo medievale.

San Vigilio

Passeggiando fra le viuzze lastricate si respira un’aria quasi fiabesca. La stradina scende al porticciolo, grazioso scrigno dove tutto è silenzio e tranquillità. Sono lontani i rumori del traffico e la frenesia giornaliera. Il lento ondeggiare delle barche ci culla come una musica d’altri tempi; davanti a noi il lago con le sue acque cristalline mostra tutto il suo incanto. Al tramonto tutto si veste di una luce rossastra che avvolge il luogo di una coltre magica ed il tempo sembra essere sospeso.

La chiesetta di San Vigilio, aggrappata ad uno scoglio, si specchia nel lago con eterei riflessi e riporta l’animo dello spettatore ad un senso di confortante serenità. Qui Winston Churchill era solito venire a trascorrere serene vacanze dipingendo scenari lacustri.

San Vigilio

Il complesso di Villa Guarienti, risalente al XVI secolo e attribuita al Sanmicheli , arricchisce Punta San Vigilio di un gioiello architettonico immerso nella vegetazione fra cipressi, oliveti e limonaie.

A ridosso del borgo, a formare un ambiente paradisiaco, ecco l’incantevole “Baia delle Sirene” meta di bagnanti e di famiglie in cerca di relax, una spiaggia fra le più esclusive di tutto il lago.

Nel nostro servizio cogliamo qualche scorcio di uno degli angoli più belli del nostro lago.

Franco Chesini

San Vigilio
San Vigilio
San Vigilio
San Vigilio
Published by veronareport.over-blog.it - in verina in volo
scrivi un commento
11 novembre 2016 5 11 /11 /novembre /2016 20:40

Noi siamo i TrotaMundo, vagabondi, intenti a far vedere la nostra musica con occhi diversi, anzi no con orecchie diverse. La passione in ognuno di noi è nata ancor quando si era fanciullini. Poi nel 2014 le nostre strade si sono incrociate, e ne hanno formato una sola molto grande. Questa strada necessitava di essere percorsa insieme. Tre ragazzi e una ragazza con un'unica passione, un unico desiderio. Ed eccoci quà.. Abbiamo Andrea De Carli, che per tutti noi è il Deca. Il grande e possente bassista dal capello riccio, molto rigido, ma allo stesso tempo passionale. Si sentono voci dire che sia il fratello gemello di Slash.

Noi stiamo ancora investigando. Poi c'è Enrico Jenny, (mi raccomando non leggete il suo cognome con pronuncia "Genny") è il chitarrista biondo del gruppo. A prima vista sembra un ragazzo timido e riservato. A prima vista. Durante le prove a lui è assegnato l'appellativo di "ragazzo illuminazione" con i suoi: -oh ragazziiiii ideona ideona!- È il turno poi di Andrea Prati, il batterista provato, incazzato, sforzato, su di giri,... insomma è un mix di sentimenti quando picchia la sua batteria. È difficile non notarlo; forse vuole rubare il posto alla cantante.

Infine abbiamo Anna Paladino, la cantante e l'unica Santa ragazza a sopportare i compagni. Diciamo che il suo metro e cinquanta le ha fatto guadagnare l'appellativo di "Nana". Ma lei ne va fiera, e crede che la sua statura la renda unica. Il gruppo se la tiene stretta perché ci sta in macchina anche con tutta la strumentazione possibile ed inimmaginabile. Ecco allora questi sono i TrotaMundo, un miscuglio di personalità ed emozioni. Proprio come la musica: un agglomerato di sfumature e generi. Allora perché non unire tutti gli ingredienti? Uniamo i generi più belli, uniamo il nascosto al visibile, uniamo il 2015 al 1970/80. Sonorità funky a sonorità pop, chillout, rock e magari anche techno chissà.

Leggi i commenti

Published by veronareport.over-blog.it - in verona in musica
scrivi un commento
5 novembre 2016 6 05 /11 /novembre /2016 21:51
corso di VIDEO MAKER

Siamo nell’era dell’informazione a grande Velocità. L’immagine e i video sono divenuti canali capaci di veicolare efficacemente l’informazione. Se sono tante le persone che apprezzano un reportage o un documentario di qualità e se sono tante le persone che per necessità o amatorialmente filmano piccole sequenze della realtà quotidiana, invece solo pochi hanno dimestichezza con gli strumenti e le conoscenze necessarie all’attività di chi filma e trasforma il materiale visivo in un efficace reportage di pochi minuti capace di ottimizzarne la durata e l’efficacia delle immagini scelte mantenendo elevato l’attenzione e l’interesse dello spettatore.

corso di VIDEO MAKER

VERONA REPORT dalla passione e competenze del proprio staff di volontaril, Associazione Culturale La Pianura con il ramo AREATV , coadiuvato dal Circolo NOI “Il Ciliegio” e da professionisti della comunicazione didattica Think Comics recentemente apprezzati nelle loro performance al Parco Sigurtà, propone al territorio di Bussolengo

il primo corso di VIDEO MAKER.

Il corso verrà svolto settimanalmente in una decina di incontri serali a partire da Gennaio 2017.

corso di VIDEO MAKER

Tematiche del corso:

Attrezzatura; tecniche di ripresa; riprese in esterni; acquisizione, importazione e introduzione al montaggio; montaggio video semplice; montaggio video avanzato; realizzazione video finale; analisi dei lavori svolti.

Verona Report si riserverà di proporre alla fine del corso agli studenti più meritevoli e motivati, degli spazi sul proprio portale dedicati ai lavori di video-montaggio più belli realizzati durante e dopo il corso.

Per informazioni e iscrizioni vi invitiamo a contattare VeronaReport

scrivendoci a info@veronareport.it

Le iscrizioni resteranno aperte fino al completamento dei posti disponibili.

Published by veronareport.over-blog.it - in corsi
scrivi un commento
27 ottobre 2016 4 27 /10 /ottobre /2016 20:36
ECOMUSEO DELL’ENERGIA PULITA

Ci sono opere a Verona che hanno profondamente cambiato il nostro territorio.

Se guardiamo la città dall’alto ci accorgiamo quale grande risorsa possano essere i numerosi canali che hanno origine dall’Adige e che formano la nervatura di un sistema costituto da opere di presa, dighe e centrali, che sono la testimonianza architettonica e ingegneristica di un periodo storico che ha inizio a cavallo tra l’800 e il 900.

Il progetto che presentiamo propone la creazione di un Ecomuseo dell’Energia Pulita, Si tratta di un percorso ciclopedonale che percorre in buona parte gli argini dei canali che alimentano le centrali idroelettriche nella zona sud-est di Verona e segue il corso dell’Adige riscoprendo zone verdi ancora intatte. Un museo diffuso che promuove la scoperta e la valorizzazione delle opere che nel corso degli anni hanno permesso l’utilizzo delle acque dell’Adige per la produzione di energia idroelettrica ed è caratterizzato da tre aspetti fondamentali:

ECOMUSEO DELL’ENERGIA PULITA
  • L’aspetto storico-didattico: per far conoscere le realtà storiche della produzione di energia da fonte rinnovabile, quindi non inquinante, un modo per sensibilizzare le nuove generazioni.
  • L’aspetto della mobilità sostenibile: quindi una tangenziale ciclabile da Nord-ovest a Sud-est collegabile, con varie diramazioni a quei tratti di ciclabile già esistenti, permettendo di mettere in comunicazione i borghi periferici della città.
  • L’aspetto ecologico-naturalistico con la riscoperta delle zone verdi incontaminate a ridosso della città. Quindi la valorizzazione dell’Adige e il suo ecosistema, un ambiente fluviale da conoscere e preservare.
ECOMUSEO DELL’ENERGIA PULITA

Il percorso parte dalla Diga di Chievo e arriva fino alla centrale di Zevio, seguendo una straordinaria logica temporale e geografica.

Lo sfruttamento delle acque del fiume è infatti iniziato a Chievo nel 1887 con la messa in funzione del Camuzzoni e le opere successive sorgono via via sempre più a valle, fino ad arrivare alla Centrale di Zevio messa in funzione nel 1959.

La lunghezza del percorso è di circa 25 chilometri di cui circa 14 sono già pista ciclabile.

ECOMUSEO DELL’ENERGIA PULITA

Dei rimanenti 11 chilometri una parte si svolge lungo gli argini dei canali idroelettrici di competenza dell’AGSM e dell’ENEL, parte sull’argine dell’Adige la cui competenza è del Genio Civile che a già avviato un’opera di recupero a scopo ciclopedonale e alcuni altri brevi tratti sono su strade asfaltate a traffico ridotto o con pista ciclabile da realizzare.

Questa ciclabile potrebbe costituire un’arteria strategica di collegamento tra la parte nord e la parte sud di Verona attualmente collegate da strade altamente trafficate ed escludenti le biciclette e le allaccianti ai vari quartieri ne amplierebbero la fruibilità e la potenzialità.

ECOMUSEO DELL’ENERGIA PULITA

Con il già previsto collegamento della ciclopista del Biffis con la diga del Chievo, la nostra ciclabile dell’energia pulita permetterà di completare il macro itinerario che in riva destra permette di scendere dalla Val d’Adige superare Verona e proseguire verso la foce

Inoltre, è novità del 2016., presso la Centrale di Bussolengo è stato allestito un primo museo sulla storia dell’energia elettrica e del Canale Biffis. Si prospetta quindi un ampliamento a nord della Via Ciclabile dell’energia Pulita fino a Rivoli dove da tempo sono attive anche alcune pale eoliche.

L’Ecomuseo dell’Energia Pulita è un progetto ambizioso e sarà un patrimonio collettivo che potrà realizzarsi con una grande sinergia tra gli enti gestori delle centrali, i comuni, le associazioni, le scuole, gli ordini professionali e tutte le persone che come noi vogliono valorizzare il territorio nel quale vivono e promuovere la mobilità dolce.

Come si dice “anche il viaggio più lungo inizia con il primo passo” o nel nostro caso con il primo giro di ruota.

ECOMUSEO DELL’ENERGIA PULITA
ECOMUSEO DELL’ENERGIA PULITA
ECOMUSEO DELL’ENERGIA PULITA
ECOMUSEO DELL’ENERGIA PULITA
ECOMUSEO DELL’ENERGIA PULITA
ECOMUSEO DELL’ENERGIA PULITA
ECOMUSEO DELL’ENERGIA PULITA
ECOMUSEO DELL’ENERGIA PULITA
ECOMUSEO DELL’ENERGIA PULITA
ECOMUSEO DELL’ENERGIA PULITA
ECOMUSEO DELL’ENERGIA PULITA
ECOMUSEO DELL’ENERGIA PULITA
ECOMUSEO DELL’ENERGIA PULITA
ECOMUSEO DELL’ENERGIA PULITA
ECOMUSEO DELL’ENERGIA PULITA
ECOMUSEO DELL’ENERGIA PULITA
ECOMUSEO DELL’ENERGIA PULITA
ECOMUSEO DELL’ENERGIA PULITA
ECOMUSEO DELL’ENERGIA PULITA
ECOMUSEO DELL’ENERGIA PULITA
Published by veronareport.over-blog.it
scrivi un commento
22 ottobre 2016 6 22 /10 /ottobre /2016 20:10
Soulful Ladies

Continuiniamo ad alimentare la nostra rubrica, Verona in....Musica. Le Soulful Ladies, Carolina e Giada, propongono un repertorio di cover pop/soul internazionali e non, arrangiate con chitarra acustica e voce. Carolina della Villa Silva insegna canto e propedeutica musicale in alcune scuole del veronese e sta conseguendo una laurea in "Music performance" presso l'Experience Music Academy di Montagnana. Giada "Jade" Ferrarin, chitarrista acustica ed elettrica, insegnante, è diplomata al CPM music institute di Milano e sta conseguendo una laurea in chitarra jazz al Conservatorio "Luca Marenzio" di Brescia. Occasionalmente le “Ladies” collaborano con Sara Alessandrini, batterista e percussionista, che arricchisce la formazione. Un progetto di classe interamente al femminile adatto a qualsiasi situazione nato circa due anni fa e che ora ha in programma più di sessanta concerti ed un tour busking europeo.

Published by veronareport.over-blog.it - in musica
scrivi un commento
15 ottobre 2016 6 15 /10 /ottobre /2016 15:48
 PARCO GIARDINO & CARROZZE

Un fantastico salto nel passato: è questo ciò che è avvenuto domenica 25 settembre 2016 nella splendida cornice del pluripremiato Parco Giardino Sigurtà.

È stata l’occasione per ammirare 20 carrozze d’epoca ottocentesca, assistere a romantici pic-nic sull’erba e per i più piccoli partecipare al battesimo della sella e della carrozza.

 PARCO GIARDINO & CARROZZE

Domenica 25 settembre 2016 si è tenuto per la prima volta al Parco Giardino Sigurtà un evento imperdibile per fare un salto nel passato. Grazie alla collaborazione del Gruppo Italiano Attacchi, i visitatori hanno potuto ammirare una ventina di elegantissime carrozze di stile ottocentesco trainate da cavalli: questi mezzi hanno sfilato nella fiabesca cornice del Parco per partecipare ad un Concorso di Eleganza. Migliaia i visitatori di tutte le età sono accorsi al Parco Giardino, complice anche uno splendido sole: oltre a fotografare le fioriture di fine estate (come rose e ninfee) e calarsi nell’atmosfera dell’800, gli amanti della Natura hanno potuto assistere a romantici pic-nic sull’erba d’altri tempi, ammirare lo storico calesse per cui il Dottor Sigurtà nel 1941 acquistò il Parco e godersi lo spettacolo delle tre esibizioni in costume del corpo di ballo Venezia Ottocento, con oltre 30 ballerini che hanno riproposto le danze veneziane del tempo, con la coreografia di Sarah Ovan.

 PARCO GIARDINO & CARROZZE

I più piccoli, invece, hanno partecipato all’indimenticabile esperienza del Battesimo della Sella, grazie ad un simpatico pony, e al battesimo della carrozza per un tour davvero entusiasmante.

 PARCO GIARDINO & CARROZZE
 PARCO GIARDINO & CARROZZE
 PARCO GIARDINO & CARROZZE
 PARCO GIARDINO & CARROZZE
 PARCO GIARDINO & CARROZZE
 PARCO GIARDINO & CARROZZE
 PARCO GIARDINO & CARROZZE
 PARCO GIARDINO & CARROZZE
 PARCO GIARDINO & CARROZZE
 PARCO GIARDINO & CARROZZE
 PARCO GIARDINO & CARROZZE
 PARCO GIARDINO & CARROZZE
 PARCO GIARDINO & CARROZZE
 PARCO GIARDINO & CARROZZE
 PARCO GIARDINO & CARROZZE
 PARCO GIARDINO & CARROZZE
 PARCO GIARDINO & CARROZZE
Published by veronareport.over-blog.it
scrivi un commento
13 ottobre 2016 4 13 /10 /ottobre /2016 12:46
ADIGEMARATHON 2016

E’ andata in scena Domenica 2 ottobre 2016 la tredicesima edizione dell’ Adigemarathon, valida, anche quest’anno come tappa della “Classic Canoe Marathon World Series”.

All’importante appuntamento hanno partecipato oltre 1300 concorrenti arrivati da tutta Italia e da molte nazioni, suddivisi nelle varie categorie di natanti. E’ stato tutto un turbinìo di colori lungo i 35km dello spettacolare corso dell’Adige dalla “Terra dei Forti” alla Valpolicella.

La partenza degli agonisti, a Borghetto d’Avio si è data sotto una fastidiosa pioggerella, ma gli atleti, abituati a situazioni critiche non si sono persi d’animo mostrando fin da subito grinta e agonismo. Superate le rapide al ponte di Peri, tutto è filato liscio fino all’arrivo a Pescantina

ADIGEMARATHON 2016

A Dolcè si sono dati appuntamento gli appassionati di rafting per la tappa dell’Italian Rafting Cup e, novità di quest’anno, la Mezza Maratona riservata ai ragazzi dai 12 ai 15 anni, come pure, sempre sulla stessa distanza, la gara di Sup le cui partenze sono state davvero spettacolari.

L’Adigemarathon, organizzata dai Canoa Club di Pescantina e Borghetto d’Avio ha potuto contare sul contributo fondamentale di quasi 400 volontari chi il presidente Vladi Panato ha voluto doverosamente ringraziare. Oltre a garantire la sicurezza lungo il fiume, i volontari. Tra cui, Protezione Civile, Gruppi Alpini e Sezioni Avis hanno provveduto a viabilità e logistica, alla preparazione dei ristori e a tutti quei servizi indispensabili per il corretto svolgimento della manifestazione.

ADIGEMARATHON 2016

A Pescantina, nella zona del traguardo è stata allestita la tradizionale mostra-mercato di canoe e materiale tecnico e ha funzionato un fornito punto di ristoro.

E’ stata come sempre una grande festa per gli appassionati di canoa e canottaggio e anche il tempo dopo una mattinata grigia si è volto al bello. L’evento ha saputo attrarre un numeroso pubblico attento e interessato lungo tutto il percorso della gara e questa è la conferma che in questi tredici anni la manifestazione ha conosciuto una costante crescita ed è diventata una delle gare più importanti a livello mondiale. Un eccellente risultato dovuto al lavoro di molti appassionati che inoltre ha contribuito alla promozione del territorio, non solo sotto il profilo sportivo, ma anche storico, naturalistico, culturale e delle varie tipicità.

ADIGEMARATHON 2016
ADIGEMARATHON 2016
ADIGEMARATHON 2016
ADIGEMARATHON 2016
ADIGEMARATHON 2016
ADIGEMARATHON 2016
ADIGEMARATHON 2016
ADIGEMARATHON 2016
Published by veronareport.over-blog.it
scrivi un commento

Contatta Verona Report

Ricerca Nel Sito

Sostenitori

 

 

 

 

 

seguici_su_facebook.png 

 

Le nostre rubriche


Eventi e Concorsi

 

Mondo Associativo

associa