MUSEO NICOLIS – PASSIONE VOLANTE

Il Museo Nicolis, nato dalla grande passione del suo fondatore Luciano Nicolis, colleziona straordinari pezzi unici della tecnologia e della meccanica. Inaugurato nel 2000, nella modernissima struttura alle porte di Villafranca il "Museo dell'arte della Tecnica e della Meccanica" racchiude in sé degli autentici gioielli che raccontano la storia del progresso e dell'evoluzione tecnologica applicata ai veicoli e accompagna il visitatore alla scoperta di pezzi rarissimi che hanno rappresentato tappe fondamentali di questa evoluzione.
Auto d'epoca, moto, biciclette, macchine fotografiche, strumenti musicali, macchine per scrivere e velivoli, il museo mette in mostra centinaia di opere dell'ingegno umano in un percorso emozionale e coinvolgente. "Raccolta e riutilizzo" è il concetto fondamentale che ha guidato Luciano Nicolis nella sua opera instancabile di ricerca che lo ha portato a scovare in tutto il mondo auto d'epoca, magari ridotte a rottami, per poi recuperarle, restaurarle con maestria e riportarle al loro antico splendore. Una passione che ha restituito alla storia dell’auto un patrimonio inestimabile.

Il 4 luglio 2018 si è inaugurata la mostra PASSIONE VOLANTE che raccoglie più di 100 volanti collezionati dal famoso fotografo Daniele Amaduzzi nell'arco di 20 anni nei circuiti di Formula 1, pezzi appartenenti a tutti i più famosi piloti, da Schumacher a Senna, da Prost a Mansell, da Berger ad Alboreto, tutti campioni entrati di diritto nella storia del motorismo e nel cuore degli appassionati.
“Il volante, collegamento tra la macchina e l'uomo, attraverso mani, cuore, cervello, per trasmettere sensazioni e decisioni in funzione della propria personalità del proprio coraggio, del proprio stile di vita”. Così descrive il tema dell'evento Silvia Nicolis figlia del compianto Luciano e presidente del museo. All'inaugurazione erano presenti importanti personalità del mondo del Motorsport, una su tutte, Leo Turrini ed alcuni esponenti delle amministrazioni coinvolte.

La mostra è stata suddivisa in quattro sezioni: le origini, le Gran Turismo, le Sport e le Formula 1 e fornisce al visitatore l'opportunità di spaziare fra i periodi pionieristici dell'automobile e scoprire l'applicazione e l'uso degli strumenti di guida su decine di automobili, motociclette, biciclette e aerei, pezzi di storia esclusivi che hanno fatto sognare generazioni di appassionati.
 La mostra si chiuderà il 30 ottobre 2018.

ulteriori info su sito del museo  Nicolis

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *